domenica,Luglio 25 2021

Tropea, al via le celebrazioni per l’anniversario della morte di don Mottola

La serie di eventi per commemorare l’ormai prossimo beato inizierà questa sera alle 21 con una veglia di preghiera che si terrà nel convento “La Sanità”

Tropea, al via le celebrazioni per l’anniversario della morte di don Mottola

Al via la quattro giorni di celebrazioni per l’anniversario della morte di don Francesco Mottola, avvenuta il 29 giugno del 1969. La serie di eventi in onore dell’ormai prossimo beato di Tropea inizierà questa sera 27 giugno alle 21 con una veglia di preghiera, presieduta dal fratello maggiore dei Sacerdoti oblati don Francesco Sicari, all’interno della chiesa del convento “La Sanità” dei frati minori. Domani 28 giugno, sempre alle 21, è prevista nella stessa chiesa la recita del santo rosario “Con don Mottola contempliamo Maria”, guidata da don Giuseppe Vallone. [Continua in basso]

Le celebrazioni proseguiranno martedì 29 con una messa solenne presieduta alle 19 nella concattedrale di Tropea dal vescovo della diocesi, monsignor Luigi Renzo. Giovedì 1 luglio, infine, all’interno della Casa di spiritualità delle Oblate di Corello di Gasponi è previsto un incontro incentrato sulla figura del santo sacerdote, guidato dal Postulatore della Causa di beatificazione don Enzo Gabrieli. «Le ultime parole sillabate da don Mottola con gli occhi fissi verso il cielo – spiega nell’occasione don Sicari – furono “Eccomi qui, eccomi tutto!”. Poneva così il sigillo a tutta una vita, in cui il fuoco dell’amore, la fame di verità e di vita e il desiderio di un orizzonte che desse senso ad ogni istante hanno bruciato nel suo cuore di uomo e di presbitero. Il beato sacerdote, arso di amore, ha visto in ogni fratello il riverbero del volto luminoso di Dio e ha saputo condividere le gioie e le speranze, le sofferenze e il dolore abbracciandoli in un’unica Carità. La Famiglia Oblata, grata al Signore per questo autentico e luminoso testimone di Dio, invita tutti i tropeani e tutti gli amici, a partecipare alle celebrazioni che sono state programmate per questa occasione». Al termine degli eventi programmati il 29 giugno e il primo luglio, verrà consegnata ai parroci una lampada da esporre ed accendere nelle chiese parrocchiali, in vista della cerimonia di beatificazione slittata a data da destinarsi a causa della pandemia.

Articoli correlati

top