domenica,Gennaio 23 2022

Covid a Pizzo, salta la fiera di Ognissanti mentre le famiglie vogliono le scuole chiuse

Annullata la tradizionale manifestazione. Stamattina drive-in per 150 persone che hanno avuto contatti con positivi e intanto gli istituti scolastici registrano assenze di massa

Covid a Pizzo, salta la fiera di Ognissanti mentre le famiglie vogliono le scuole chiuse
Pizzo vista dall'alto

Vista la preoccupante crescita dei casi positivi al coronavirus a Pizzo, è stata annullata la tradizionale fiera di Ognissanti. È quanto fa sapere con una nota la terna commissariale, che, tenendo conto della «prevedibile e massiccia affluenza» che la manifestazione avrebbe fatto registrare, ha ritenuto che la salute dovesse «trovare primaria e fondamentale tutela». L’Associazione degli ambulanti ne ha preso atto e ha proposto di tenere la fiera in altra data. «Una proposta su cui la Commissione straordinaria si è riservata ogni decisione, comunque non pregiudizialmente contraria». [Continua in basso]

Pizzo, la situazione nelle scuole

Attualmente nel comune napitino vi sono 72 persone in quarantena e questa mattina, presso il drive-in appositamente costituito al centro vaccinale, in 150 sono stati sottoposti a tampone. Tutti – spiegano Reppucci, Di Martino e Corvo – hanno avuto contatti con i positivi, legati ai focolai scoppiati in alcune classi delle scuole di Pizzo. Scuole che «hanno registrato l’assenza massiccia degli studenti, poiché i genitori evidentemente preoccupati hanno ritenuto di non consentire la loro presenza».

Appena qualche giorno fa i genitori si erano ritrovati davanti a Palazzo San Giorgio per un sit-in spontaneo volto a chiedere la chiusura delle scuole. Cosa che chiedono anche i pediatri di Pizzo, spiegano i commissari, «esprimendo forte e convinta preoccupazione per l’andamento del contagio». A tutti Reppucci, Di Martino e Corvo rispondono che esistono «protocolli ministeriali che disciplinano rigidamente tale eventualità».

Articoli correlati

top