sabato,Aprile 20 2024

A Pisa un festival legato a doppio filo con Filogaso e la Fondazione Augurusa

Cinque giorni a partire da oggi, dedicati al tema della fiducia: «Preziosa occasione per ragionare insieme all'indomani della pandemia»

A Pisa un festival legato a doppio filo con Filogaso e la Fondazione Augurusa

Cinque giorni di incontri e dialoghi per approfondire il tema della fiducia nelle sue diverse declinazioni e riflettere non solo sulla nostra società, ma anche sul rapporto con gli altri. È il Piccolo Festival della Fiducia dal titolo “Fidarsi è bene, non fidarsi è peggio”, promosso a Pisa dalla Libreria Pellegrini in collaborazione con la Chiesa Universitaria di San Frediano e la direzione scientifica di Tommaso Greco, ordinario di filosofia del diritto presso l’Università di Pisa e autore del saggio “La legge della fiducia”. L’evento – realizzato in partnership con la Fondazione Antonio Emanuele Augurusarealtà legata al territorio di Filogaso (Vibo Valentia) impegnata da sempre nella promozione di attività culturali, educative e di inclusione sociale – si svolgerà da oggi, 8 giugnofino al prossimo 12 giugno in piazza San Frediano. [Continua in basso]

«Questa rassegna rappresenta una preziosa opportunità per ragionare insieme, all’indomani della pandemia, sul ruolo centrale della fiducia, quale dimensione che rende possibile la realizzazione delle nostre esperienze individuali e collettive: dall’educazione al lavoro, passando per l’impegno a favore dell’inclusione sociale – dichiara Francesco Augurusa, presidente della Fondazione Antonio Emanuele Augurusa e vicepresidente nazionale dei giovani imprenditori cristiani –. Il Piccolo Festival della fiducia ha il merito di riportare l’attenzione sulla corresponsabilità, la relazione e la cooperazione, approcci senza i quali non esisterebbe alcuna visione generativa della società».

Gli incontri, ai quali prenderanno parte diverse personalità, porranno al centro del dibattitto il tema della fiducia nei vari ambiti: da quello scolastico, su cui interverrà Vanessa Roghi, storica del mondo dell’educazione; a quello giuridico, con gli ex magistrati Gherardo Colombo (diritti dei migranti) e Edmondo Bruti Liberati (informazione e giustizia); fino ad arrivare a quello lavorativo con Diego Guida, Presidente Ucid (Unione cristiana imprenditori dirigenti) di Napoli. Interverranno, tra gli altri, anche Sandro Spinsanti, psicologo e bioeticista, che dialogherà con il pisano Dott. Paolo Malacarne. La kermesse si aprirà con Pierluigi Consorti, giurista dell’Università di Pisa che presenterà il volume “Contro la guerra” di Papa Francesco. A seguire, nella serata dell’8 giugno, il giardino della Chiesa di san Frediano ospiterà la performance “Note di fiducia”, parole e musica di Carlo Ipata in dialogo con Tommaso Greco. Michele Satta, stimato produttore di vini di Castagneto Carducci, affronterà il tema della “Fiducia nella terra”. Al termine del suo intervento seguirà una degustazione dei suoi vini. [Continua in basso]

Vite come opere d’arte alla ricerca della felicità sarà il filo rosso del dialogo con Francesca Rigotti, autrice di “L’era del singolo”, in programma il 12 giugno. Il tema della fiducia nel mondo carcerario sarà, invece, affrontato da Cosima Buccoliero, la quale presenterà il suo volume “Senza sbarre – storia di un carcere aperto”. All’interno della rassegna verrà presentata la raccolta di racconti “Platero e i colori del mondo” del neurobiologo Lamberto Maffei, Presidente emerito dell’Accademia Nazionale dei Lincei. Il ricavato dalla vendita del volume sarà destinato all’Associazione Sante Malatesta Onlus.

Articoli correlati

top