mercoledì,Giugno 19 2024

Educazione alimentare nelle scuole: a Limbadi il percorso didattico sull’olio organizzato da Coldiretti

L'extravergine di oliva al centro dell'iniziativa che ha visto protagonisti gli alunni della secondaria di primo grado

Educazione alimentare nelle scuole: a Limbadi il percorso didattico sull’olio organizzato da Coldiretti

Diffondere la cultura e il consumo dell’olio extravergine di oliva fin da piccoli e farne consumatori consapevoli. È una delle attività di promozione ed educazione alimentare che svolge Coldiretti Donne Impresa, legata al tema del benessere alimentare, dei corretti stili di vita e della sostenibilità ambientale. Un’iniziativa che oggi ha fatto tappa a Limbadi, coinvolgendo gli alunni e gli insegnanti della locale scuola secondaria di primo grado.
«L’intento – spiega Maria Antonietta Mascaro, responsabile Coldiretti Donne Impresa Calabria – è di rafforzare il valore educativo dell’agricoltura e lo facciamo con l’inizio della raccolta delle olive e l’arrivo dell’olio nuovo Made in Calabria 2022 poiché – continua –l’educazione al cibo delle nuove generazioni è cruciale per il futuro, come dimostra l’emergenza Covid che ci ha messo di fronte a sfide mai immaginate prima sul fronte della salute, della sicurezza e dell’economia». [Continua in basso]

In tale ottica, Coldiretti Donne Impresa Calabria, in collaborazione con l’Associazione di Dietetica e Nutrizione Italiana (ADI), con la dottoressa Santa Pellicanò ha svolto presso il frantoio Mafrica di Limbadi, un percorso educativo di avvicinamento sensoriale all’olio di oliva indirizzato agli alunni limbadesi. I ragazzi hanno potuto apprezzare l’olio tra gusto e salute, con la visita dell’uliveto e poi del frantoio, una gustosa merenda “pane & plio” e il pranzo a Km 0 offerto dall’azienda. Un viaggio che ha insegnato molto agli alunni, riguardo il gusto e l’attenzione alla distintività e alla biodiversità contro l’omologazione a tavola. “

«Il progetto sull’educazione alimentare, – afferma Angela Mungo, segretaria regionale Donne Impresa Coldiretti – è diventato e resterà cruciale nella visione e nel lavoro quotidiano di Coldiretti e vede protagonisti le donne imprenditrici. Vogliamo – ha concluso – che i nostri ragazzi crescano bene, imparino a riconoscere il giusto cibo e a difendersi da quello che nuoce e che la dieta mediterranea, di cui l’olio è un componente principe, rimanga patrimonio solido per tutti».

Articoli correlati

top