martedì,Giugno 18 2024

Assistenza familiare, il Distretto sanitario di Serra riapre i termini per i fondi: 19 i Comuni interessati

Si potranno presentare delle integrazioni alle domande già inoltrate (ma che oggi risultano carenti di documentazione) per la concessione di contributi per il sostegno del ruolo di cura e assistenza del caregiver

Assistenza familiare, il Distretto sanitario di Serra riapre i termini per i fondi: 19 i Comuni interessati

L’amministrazione comunale di Serra San Bruno  – in qualità di ente capofila del Distretto socio-sanitario – riapre i termini «esclusivamente» per la presentazione delle integrazioni delle domande già presentate relative all’Avviso pubblico per la concessione di contributi per il sostegno del ruolo di cura e assistenza del caregiver familiare (familiare assistente) per gli anni 2018-2019-2020 secondo apposite comunicazioni da recapitare agli interessati, fissando quale termine ultimo il 2 dicembre 2022 alle ore 13. A fare parte del Distretto socio-sanitario, oltre al Comune capofila di Serra San Bruno, fanno parte altri diciotto enti locali del Vibonese: Acquaro; Arena; Brognaturo; Capistrano; Dasà, Dinami; Fabrizia; Gerocarne; Mongiana; Nardodipace; Pizzoni; San Nicola da Crissa; Simbario; Sorianello; Soriano Calabro; Spadola; Vallelonga; Vazzano. Il via libera alla riapertura dei termini del bando pubblico è arrivato con apposita determina predisposta e approvata dal responsabile dell’Ufficio di Piano Salvatore Nazzareno Sibio. [Continua in basso]

All’Ambito territoriale di Serra concessi fondi per quasi 40mila euro

Nella determina, il responsabile incaricato ricorda dunque che sono state approvate, a suo tempo, dalla Regione Calabria le linee di indirizzo per l’utilizzo delle risorse del Fondo per il sostegno del ruolo di cura e assistenza del caregiver familiare ed è stato attribuito all’Ambito territoriale di Serra San Bruno l’importo di 36.916,51 euro. La Regione ha, poi, pubblicato il cronoprogramma degli adempimenti degli Uffici di Piano dei Comuni capofila degli Ambiti territoriali. Quindi, una ulteriore nota della Cittadella ha invitato gli Ambiti territoriali a “sospendere le procedure relative alla gestione del Fondo per il sostegno del ruolo di cura ed assistenza dei Caregiver familiari, in quanto  – è scritto nella determina – è in corso la valutazione circa la possibilità di incrementare, con risorse a valere sull’Asse 10 del Por 14/20 della Regione Calabria, la dotazione finanziaria assegnata tramite il riparto approvato”».

In considerazione, quindi, dei tempi che «richiederebbe l’eventuale implementazione delle risorse con fondi differenti, causando un eccessivo ritardo nell’avvio delle attività», la Regione ha invitato gli Ambiti territoriali a riavviare le attività ed è stato dettato un nuovo cronoprogramma.  Considerato, pertanto, – scrive sempre il responsabile dell’Ufficio di Piano – che l’obiettivo primario «è quello di dare sostegno e sollievo al ruolo di cura e assistenza del caregiver familiare», il Comune di Serra San Bruno – «in ragione del fatto che numerose istanze risultano incomplete o carenti di documentazione rendendosi necessario procedere con l’integrazione al fine di consentire un ampio e inclusivo avvio delle attività» – ha deciso di disporre la riapertura dei termini esclusivamente per la presentazione delle integrazioni delle domande già presentate relative».

LEGGI ANCHE: Demenze, a Spilinga mette radici il progetto Caffè Alzheimer

Ortopedia Vibo, il concorso va avanti: ora c’è la commissione. Ecco quanti sono i candidati e i posti

Medicina interna: l’Asp di Vibo proroga i contratti a due specialisti, ma uno si dimette

top