sabato,Aprile 13 2024

Azienda vibonese dona un panettone di cinque chili per i bimbi della Pediatria dello Jazzolino

Il gesto dell'imprenditrice sorianese Roxell Pagano, dell'azienda "Filippo Pagano", mira a rendere la degenza dei piccoli un po’ più dolce e a promuovere iniziative solidali

Azienda vibonese dona un panettone di cinque chili per i bimbi della Pediatria dello Jazzolino

Mancano solo pochi giorni a Natale e si è in attesa di tale importante ricorrenza. Tutto, durante il periodo natalizio, assume il luccichio della festa, della magia, dell’eccitazione contagiosa dei bambini, protagonisti indiscussi di questo “viaggio” in cui tutto è possibile e che, nel loro mondo protetto, è condotto da un omone vestito di rosso e con una lunga barba bianca, il quale in una sola notte è in grado di realizzare i desideri di tutti i bambini. E’ la festa delle feste il Natale e, i doni, per i piccini, rappresentano senz’altro il momento più atteso. Così, per i più piccoli ricoverati nel Reparto di Pediatria di Vibo Valentia, l’azienda “Filippo Pagano” di Soriano Calabro, leader nel settore della vendita, commercio, distribuzione e produzione di prodotti per pasticceria, ha realizzato un panettone al cioccolato di cinque chili, per rendere più “gustosa” la degenza dei piccoli pazienti durante i giorni di festa. [Continua in basso]

Salvatore Bragò primario di Pediatria dell’ospedale di Vibo Valentia

Il grande dolce simbolo del Natale, al gusto prediletto dei bambini, è stato donato al primario della Pediatria dello Jazzolino, Salvatore Bragò, inesauribile veterano sempre in corsia, direttamente da Roxell Pagano, giovane imprenditrice in forza all’azienda di famiglia amministrata dal papà, Bonaventura Pagano, che, assieme ai fratelli Bruno e Antonio, portano avanti la storica azienda creata dal padre, di cui porta il nome l’azienda, appunto, “Filippo Pagano”. Un gesto solidale e di vicinanza non solo per i piccoli, ma anche per il team guidato dal dottore Bragò, che ogni giorno si prende cura – in una struttura sanitaria che, per diversi aspetti, non versa sicuramente in condizioni rosee – dei bambini.

“Mangeremo il panettone tutti insieme e spero che per il giorno di Natale i bimbi ricoverati possano essere a casa con le proprie famiglie – si è augurato il primario -. Tuttavia io sarò qui, in corsia, perchè la Pediatria è la mia seconda casa”. Il reparto consta di sette posti letto, ma il numero dei piccoli pazienti varia di giorno in giorno e spesso è maggiore rispetto alle possibilità di degenza. Un aspetto, quest’ultimo, che comunque non limita lo straordinario lavoro degli otto dirigenti medici: Bragò, Miceli, Niglia, Del Giudice, Manduca, Vicchio, Toscano e Ferraro, impegnati nella Pediatria assieme a sei infermieri, sei operatori socio-sanitari e altre quattordici unità medico-sanitarie in forza al Nido.

Roxell Pagano

“Abbiamo pensato di contribuire a rendere la degenza dei bambini in ospedale un po’ più dolce e promuovere sempre più iniziative solidali – ha commentato Roxell Pagano – ma anche e soprattutto mantenere un contatto diretto con chi quotidianamente opera nella nostra realtà sanitaria che, a parte l’impegno dell’Asp locale, in questo momento ha bisogno di essere sostenuta anche da chi può e da chi, come noi – tra imprese, associazioni, organismi, politici – ha possibilità di dare una mano, anche con un piccolo gesto. Sono felice di essermi recata direttamente in Reparto e della disponibilità del primario e del suo team – ha concluso la Pagano – perché oltre alla gioia dei piccoli, ho potuto conoscere meglio una realtà che in fondo appartiene a tutti e per la quale ognuno di noi può fare qualcosa”. 

LEGGI ANCHE : Un Natale col sorriso per i bimbi della Pediatria di Vibo: via alla raccolta di giocattoli

Vibo, anche quest’anno torna l’iniziativa del giocattolo sospeso

La spiaggia a portata di tutti: donata speciale carrozzina ad associazione di volontariato

Articoli correlati

top