sabato,Luglio 13 2024

Zungri, grazie ai fondi del raduno di cavalli donato alla scuola materiale didattico

L’evento era stato promosso per ricordare Daniele Limardo, scomparso prematuramente. I materiali saranno utilizzati per alunni con disabilità

Zungri, grazie ai fondi del raduno di cavalli donato alla scuola materiale didattico

Un evento tragico può diventare un generatore potente di positività. Il gruppo memorial “Daniele Limardo” ha voluto donare alla scuola primaria di Zungri i ricavati dell’Equiraduno organizzato a giugno scorso per ricordare Daniele, appassionato di cavalli e padre di due splendide bambine frequentanti la scuola locale. Tramite i fondi sono stati acquistati materiali didattici per garantire strumenti adeguati agli alunni con disabilità. L’equiraduno, tenutosi nel giugno scorso, è stato un evento straordinario, con oltre 70 cavalieri iscritti provenienti da tutta la Calabria e dalla Sicilia. L’appuntamento è stato frutto del lavoro organizzativo di amici e parenti di Daniele, specialmente dei fratelli Rosalba, Giuseppe, Domenica e Roberto Limardo, nonché di Antonello Mamone, amico fraterno di Daniele e allevatore-istruttore di equitazione a Zungri. Un evento che si spera di far diventare un appuntamento fisso da ripetere ogni anno. [Continua in basso]

«Il Gruppo Memorial – scrivono i promotori- ha voluto dare un segno concreto dell’impegno per la comunità, in particolare per i più piccoli che hanno più bisogno di essere seguiti in modo speciale. Amici e parenti di Daniele si sono messi in contatto con la scuola e di concerto con le docenti hanno stabilito cosa potesse essere più utile alla scuola, così da devolvere la somma ricavata dalle iscrizioni all’Equiraduno per una giusta causa. Ad essere coinvolte -aggiungono- sono state soprattutto la rappresentante di plesso Cristina Mazzitelli e le insegnanti di sostegno Caterina Rombolà, Sara Lo Iacono, Anna Caronzolo, Eugenia Del Vecchio, Felicia Iannelli, oltre chiaramente al dirigente Francesco Vinci. Grazie al Gruppo sono stati così acquistati una serie di sussidi per la didattica differenziata e del materiale specifico, tra cui un software, libri e giochi didattici». «Siamo felici per questa iniziativa – ha detto Cristina Mazzitelli – gli amici e i parenti di Daniele ci hanno scritto un bellissimo biglietto in cui ci hanno raccontato come donare agli altri li aiuti ad affrontare e superare il loro dolore, e questo ci ha commosse tantissimo». Le docenti fino ad ora hanno lavorato con pochi mezzi, «anche perché – si fa rilevare– il mondo della disabilità è molto vasto, per cui avere degli strumenti specifici è una grande fortuna, tuttavia, questa donazione ha già contribuito ad aumentare gli strumenti a disposizione». L’idea degli insegnanti è realizzare nell’aula biblioteca uno spazio dedicato alle strategie didattiche per i diversamente abili: mentre l’Aula Arcobaleno è attrezzata con sussidi psicomotori e musicali, nell’aula biblioteca si vorrebbe lavorare con la tecnologia, la lim, i computer portatili della scuola, e questi nuovi sussidi e software specifici per le disabilità dei bambini. È un progetto ambizioso, in itinere, di cui questa donazione è un primo passo, per il quale il Gruppo Memorial Daniele Limardo si è impegnato a sostenere la scuola anche in futuro.

LEGGI ANCHE: Distretto sanitario di Spilinga: adesso sono più vicini i Progetti di Vita per diversabili

I qanat di Zungri: l’ingegneria araba per il trasporto dell’acqua

Articoli correlati

top