sabato,Giugno 22 2024

Zambrone, la chef Mimma Grillo e la medaglia di bronzo per il panino che celebra i sapori calabresi

La professionista ha ottenuto un prezioso terzo posto nella competizione di cucina di Rimini. Nel team con lei anche due chef del Reggino, Femia e Puleio. In programma una degustazione a Zambrone

Zambrone, la chef Mimma Grillo e la medaglia di bronzo per il panino che celebra i sapori calabresi

Ha iniziato ad avvicinarsi ai fornelli fin da bambina. Una passione cresciuta nel tempo segnata da lunghi anni di gavetta e di una formazione importantissima per raggiungere nuovi e ambiti traguardi. Domenica Grillo, per tutti, chef Mimma, a Zambrone rappresenta una istituzione in campo culinario. Nelle scorse settimane, poi, ha ottenuto l’ennesima soddisfazione professionale. Partecipando con il team Calabria composto anche dalle chef Paola Puleio e Donatella Femia, entrambe di Reggio Calabria, ai campionati nazionali di cucina della Federazione italiana cuochi, in corso annualmente a Rimini, ha ottenuto la medaglia di bronzo per il “Panino Mediterraneo” nell’ambito della sezione “Street food d’autore”. Un traguardo di non poco conto che ha consentito di promuovere i prodotti tipici calabresi ben oltre i confini territoriali: «È stato emozionante. I riscontri pervenuti dagli altri chef e partecipanti alla competizione ci hanno riempite di orgoglio. Ci hanno in più occasioni evidenziato quanto il nostro piatto abbia rappresentato al meglio i sapori della nostra terra». [Continua in basso]

Il panino mediterraneo

Il panino Mediterraneo

Ma quali sono le caratteristiche di questo piatto? «Partiamo dalla base – spiega la chef Grillo – l’impasto del panino è realizzato con farina locale e in particolare una tipologia di grano antico, Senatore Cappelli. Poi, abbiamo la cicorietta selvatica. È un’erba spontanea simbolo della cucina contadina. I nostri nonni la raccoglievano nelle campagne dove cresceva e cresce ancora rigogliosa. La cicoria viene saltata con una colatura di alici che racchiudono al meglio l’essenza del mare. A ciò aggiungiamo pomodorini a filo. Una volta – spiega la professionista – i pomodori non erano disponibili tutto l’anno così venivano essiccati per poterli gustare anche nei periodi invernali». Pezzo forte, il maialino nero d’Aspromonte «la cui carne viene aromatizzata grazie alle spezie calabresi, ovvero peperone rosso, ginepro e rosmarino». Importante la cottura degli alimenti «che consente di non alterare sapori e qualità organolettiche dei prodotti utilizzati». Per finire, il panino viene arricchito con una speciale crema di ricotta di Mammola e l’immancabile cipolla rossa di Tropea «che viene preparata in modo da risultare delicata, croccante e lucida». Insomma, molto più di un panino.

La chef Grillo

La storia della chef Mimma Grillo

La professionista di Zambrone vanta una carriera ultra ventennale nel mondo della cucina e della ristorazione: «Fin da bambina – ci racconta – ho amato cucinare piatti. I primi li ho realizzati seguendo le ricette delle nonne e della mamma. Poi anche un libro di ricette che mi hanno regalato, era un ricettario di Nonna papera». Non ancora ventenne, «inizia a lavorare nel ristorante della famiglia di mio marito, affiancando inizialmente i cuochi che dirigevano la cucina». Tanta tanta formazione sul campo ma non solo: «Negli anni ho seguito il percorso professionale alberghiero. La scuola di Tropea, portata avanti da un team di docenti preparati e molto attenti, mi ha fornito nuove competenze. È stato davvero un arricchimento preziosissimo. Per me la cucina è capacità di comunicare e spero di trasmettere tutto l’amore per la mia terra nei piatti che realizzo», aggiunge la Grillo.

Panino in piazza

Per degustare il panino Mediterraneo è stata promossa una iniziativa che si terrà a Zambrone il prossimo 16 aprile alle ore 12.00. L’evento si chiama “Panino in piazza” e vuole essere un ulteriore occasione per valorizzare la nostra terra attraverso il cibo e al contempo fare beneficenza. Il ricavato sarà infatti devoluto alla parrocchia e al Dipartimento emergenza solidarietà di cui faccio parte». L’appuntamento vanta il patrocinio del Comune rappresentato dal sindaco Corrado L’Andolina, della parrocchia di Zambrone guidata da padre Luigi Scordamaglia, dal Dse Calabria e dall’associazione provinciale e regionale cuochi.

LEGGI ANCHE: Promozione del patrimonio storico e industriale, Mongiana punta all’European route

Teatro, arte ed emozioni: a Zambrone successo per le kermesse “Calabria al femminile”

Articoli correlati

top