domenica,Febbraio 25 2024

Comerconi, serata ricca di emozioni con la Via crucis animata per le vie del paese

La sacra rappresentazione mancava dal 2019. Diversi i figuranti che hanno fatto rivivere la passione e resurrezione di Cristo a pochi giorni dalla Pasqua

Comerconi, serata ricca di emozioni con la Via crucis animata per le vie del paese
Alcuni momenti della Via crucis animata a Comerconi

Inizialmente prevista per domenica delle Palme e poi slittata a causa del maltempo, si è tenuta ieri sera a Comerconi di Nicotera la Via crucis animata per le strade del paese. Un’occasione di ritrovo e di preghiera per la piccola ma solerte comunità che in seguito al successo della 24esima edizione del presepe vivente, ha deciso di riprendere – dopo gli anni della pandemia – e riportare “in scena” un’altra rappresentazione sacra. Il tutto si è reso possibile grazie al contributo della comunità parrocchiale che con la guida del sacerdote don Saverio Callisti, in vari modi si è adoperata per la preparazione della Via crucis, quest’ultima diretta dalla professoressa Adriana Pelle – già regista della Compagnia teatrale amatoriale “San Nicola di Comerconi”. La manifestazione è partita dalla chiesa parrocchiale, dedicata a San Nicola di Bari, con la recita della prima stazione: Gesù viene portato al cospetto di Pilato e qui si decide per la sua condanna a morte. Inizia così il suo cammino, con la croce in spalla, verso il luogo dove incontrerà la morte. Il corteo, di figuranti e pubblico, si è snodato quindi per le vie del paese. Diversi i personaggi: oltre a Gesù e Pilato, i sommi sacerdoti, i soldati, le pie donne, la Madonna, l’apostolo Giovanni, Simone di Cirene, Giuseppe d’Arimatea e i ladroni. Il culmine della rappresentazione si è avuto in piazza “don Antonio Lo Coco”, che per l’occasione si è trasformata nel monte Calvario. Sulle note delle musiche di Morricone e Zeffirelli, che hanno reso ancora più solenne e struggente l’atmosfera, è stata inscenata la crocifissione, morte e deposizione nel sepolcro di Gesù. Ma non solo: è stata anche recitata la quindicesima stazione, con la resurrezione di Cristo. Nonostante l’aria pungente, una serata carica di emozioni per tutta la comunità e per le persone arrivate da fuori ad assistere all’evento.

LEGGI ANCHE: La Passione vivente emoziona la comunità di San Calogero: le foto della 35esima edizione

Uova di Pasqua in dono ai piccoli pazienti dello Jazzolino e agli studenti di Sant’Onofrio

Articoli correlati

top