venerdì,Luglio 12 2024

Cinque studenti dell’Enaudi di Serra San Bruno selezionati per progetti nazionali

Tra la fine del precedente anno scolastico e l’inizio di quello corrente hanno avuto modo di vivere significative esperienze formative

Cinque studenti dell’Enaudi di Serra San Bruno selezionati per progetti nazionali

Importanti traguardi nell’ambito della valorizzazione delle eccellenze sono stati raggiunti da cinque studenti dell’I.I.S. “Luigi Einaudi” di Serra San Bruno, che, tra la fine del precedente anno scolastico e l’inizio di quello corrente, hanno avuto modo di vivere significative esperienze formative che li hanno visti protagonisti di progetti nazionali di alta caratura. In particolare, tre studentesse, Graziella Maiolo della V A liceo scientifico, Sara Tassone e Giuseppina Vellone della V C linguistico, sono state selezionate e hanno partecipato a un progetto nazionale di orientamento promosso dalla Scuola Superiore di Studi Universitari e Perfezionamento “Sant’Anna” di Pisa (una delle tre scuole universitarie di eccellenza, insieme con la Normale di Pisa e lo Iuss di Pavia, riconosciute dal Ministero dell’Università e della Ricerca Scientifica). La selezione delle tre studentesse è da segnalare con particolare attenzione se si pensa che solo pochi altri studenti calabresi hanno superato tale selezione. Il progetto, a cui le allieve hanno partecipato con entusiasmo e determinazione, è denominato Me.Mo “MErito e MObilità”. Si tratta di un programma di orientamento dall’alto valore formativo, che si propone di sostenere il percorso verso la scelta universitaria di studenti di alto merito provenienti da contesti socio-economici fragili. In particolare, alle studentesse selezionate, sono stati offerti dei percorsi completamente gratuiti di orientamento validi anche ai fini dei Pcto, strutturati su incontri a livello regionale, lavori di gruppo, attività di coaching e mentoring. Il percorso, svoltosi a partire dallo scorso anno scolastico, ha trovato la sua massima espressione formativa nei primi giorni del mese di settembre, quando le ragazze hanno avuto modo di sperimentare le attività di mentoring in presenza presso la scuola “Sant’Anna” di Pisa. Alle tre studentesse si è aggiunta una ulteriore, Cosimina Cirillo della V A liceo scientifico, che è stata selezionata dal medesimo ateneo per partecipare ad un programma specifico dal titolo “Stem: le ragazze si mettono in gioco”. Tale progetto si pone l’obiettivo di promuovere nelle ragazze la scelta di iscriversi ai corsi di laurea Stem (Scienze, Tecnologia, Ingegneria, Matematica). Anche in questo caso, le studentesse di alto merito, hanno avuto modo di confrontarsi nel mese di giugno 2023 con docenti e con esperti sulle sfide del mondo di domani e di conoscere i contenuti e le prospettive aperte dallo studio di alcune discipline quali le biotecnologie, la robotica, l’informatica, la fisica e la matematica interagendo con personalità di rilievo scientifico internazionale. Durante la permanenza presso la scuola, la studentessa dell’”Einaudi”, oltre a sperimentare la vita collegiale, è stata guidata nella visita di alcuni importanti laboratori e centri di ricerca di fama internazionale. Da ultimo, ma solo in termini temporali, dal 21 al 23 settembre, l’alunno Vincenzo Pio Bertucci, frequentante la classe V A scientifico, è stato selezionato dal prestigioso ateneo pisano, insieme ad altri 39 coetanei provenienti da tutto il territorio nazionale, per la “Scuola di Educazione Civica”. L’iniziativa ha l’obiettivo di discutere, durante un soggiorno residenziale di tre giorni, su temi legati all’educazione civica. Il programma spazia, infatti, dal diritto all’economia, dalle relazioni internazionali all’attualità e al cambiamento climatico. Ogni giornata ha uno o più temi centrali da affrontare attraverso rassegne stampa al mattino, lezioni frontali, tavole rotonde, attività di gruppo e simulazioni. Tutte le iniziative, fortemente volute e incoraggiate dal dirigente scolastico Antonino Ceravolo, costituiscono occasioni uniche e irripetibili per gli alunni in questione e riconfermano il ruolo dell’Istituto superiore serrese nel formare eccellenze che emergono a livello nazionale.

Scuole elementari di Portosalvo e Vibo Marina ancora chiuse dopo anni

I giovani, lo sport e la vita: ecco l’evento dibattito di Ali di Vibonesità

Talerico: «Da gennaio 2024 rischio divieto circolazione per molti scuolabus»

top