giovedì,Maggio 30 2024

Scuole elementari di Portosalvo e Vibo Marina ancora chiuse dopo anni

Un capannone in zona industriale ospita gli alunni, mentre mentre lo storico edificio del “Presterà” versa in uno stato di degrado dal 2018

Scuole elementari di Portosalvo e Vibo Marina ancora chiuse dopo anni

Scuola elementare di Portosalvo: chiusa da tre anni dopo una spesa di circa centomila euro effettuata per migliorarne le condizioni. Scuola elementare “Presterà” di Vibo Marina: chiusa da cinque anni senza che ancora sia stato disposto alcun intervento. Questo lo stato dell’edilizia scolastica nelle frazioni costiere vibonesi, un problema che, a quanto pare, sembra presentare insormontabili difficoltà. E mentre gli scolari che avrebbero dovuto frequentare il plesso “Presterà” sono ancora ospitati “provvisoriamente” presso l’edificio della scuola media “Amerigo Vespucci”, una sorte ancora peggiore è toccata ai piccoli alunni della scuola di Portosalvo, che è stata spostata, sempre “provvisoriamente”, in un edificio ubicato nella zona industriale della stessa frazione: ma, si sa, dalle nostre parti non c’è situazione più definitiva di quella provvisoria. Del disagio per bambini, insegnanti e genitori, si fa portavoce una mamma di Portosalvo che lamenta gli innumerevoli risvolti negativi di questa situazione. «Avevano detto che i lavori per la messa in sicurezza dell’edificio in via Roma sarebbero durati sei mesi, ma dopo tre anni eccoci qui, costretti ad accompagnare ogni mattina i bambini in macchina per diversi chilometri per portarli in un capannone improvvisato a scuola, a poche centinaia di metri da un deposito di ecoballe la cui presenza non è per niente tranquillizzante nonostante l’esito positivo del monitoraggio ambientale condotto lo scorso anno, mentre nelle immediate vicinanze esiste anche un centro di prima accoglienza per immigrati appena sbarcati. Sono a conoscenza che, dopo l’ordinanza del sindaco in seguito alla quale è stata chiusa la scuola, la relazione del tecnico comunale aveva dichiarato che la scuola è in sicurezza, ed allora perché non è stata mai riaperta?». E, mentre la scuola di Portosalvo è stata almeno interessata da interventi, per quella di Vibo Marina nulla è stato fatto dal lontano 2018 quando venne disposta la sua chiusura per motivi di sicurezza, Una scuola, il “Presterà”, con una storia importante alle spalle. Venne fatta costruire negli anni ‘30 da Umberto Zanotti Bianco, scrittore e filantropo piemontese e primo presidente della Croce Rossa Italiana, che dedicò la sua vita al problema meridionale concentrando la sua attività, in particolare, sulla fondazione di asili e scuole facendone costruire ben 649 in Calabria, fra cui quella di Vibo Marina, finché il regime non sciolse la società “Magna Graecia” da lui fondata con presidente Paolo Orsi. Molti danni, inoltre, riportò la scuola in seguito al terribile bombardamento del 12 aprile 1943. La strage fu evitata per un soffio, poco prima di quei tragici minuti l’edificio era pieno di scolari. Nonostante tutto, la storica scuola non conobbe mai una chiusura così prolungata come quella che sta avvenendo ai nostri giorni.

LEGGI ANCHE: Mileto, inaugurata la nuova scuola intitolata alle “Sorelline D’Onofrio”

Briatico, riapre la scuola media dopo anni di lavori. Il sindaco Vallone: «Una festa»

Articoli correlati

top