sabato,Aprile 20 2024

Intimidazioni ai parroci di Cessaniti e Pannaconi, la comunità promuove una marcia silenziosa

Analisi all’interno della trasmissione LaCTv, “Dentro la notizia”. Dal clima di attesa per lo sviluppo delle indagini alla voglia di reagire

Intimidazioni ai parroci di Cessaniti e Pannaconi, la comunità promuove una marcia silenziosa

Le intimidazioni ai danni dei parroci, la reazione della comunità. A Cessaniti, sabato sera – dalle ore 18.00 – si terrà una marcia silenziosa per le vie del paese. Un momento per ribadire la vicinanza a don Felice Palamara e don Francesco Pontoriero, rispettivamente alla guida delle parrocchie di Pannaconi e di Cessaniti. Settimane di tensioni e minacce che hanno colpito i sacerdoti e lo stesso vescovo della Diocesi, monsignor Attilio Nostro. Un quadro a tinte fosche, e rispetto al quale la comunità tenta di reagire. Se n’è discusso oggi a Dentro la Notizia (QUI PER RIVEDERE LA PUNTATA), il format di LaC News24 condotto da Pier Paolo Cambareri. Inviata sul posto Cristina Iannuzzi e, in collegamento, il giornalista e scrittore Pantaleone Sergi. Dal piccolo centro, dove il clima resta in attesa per lo sviluppo delle indagini, l’abbraccio ai parroci che restano punto di riferimento per la comunità. Ma non solo. Non manca la voglia di reagire in maniera compatta ed eclatante, proprio attraverso la marcia silenziosa che vedrà la partecipazione di tutta la cittadinanza. L’analisi del giornalista Sergi, che ha raccontato altre esperienze del genere in Calabria, ha toccato due punti fondamentali: la percezione di una comunità che non vuole arrendersi alla paura e l’impegno militante della Chiesa calabrese, decisa sui temi della lotta alla criminalità, del lavoro, dei diritti a dire la propria dopo fasi in cui è apparsa troppo rinchiusa in se stessa. Una chiesa che vuole rinnovarsi riscoprendo il suo ruolo di guida delle comunità marcando le distanze, in maniera netta, con ogni forma di violenza.

LEGGI ANCHE: Cessaniti e il clima intimidatorio: indagini in corso e non si escludono importanti sviluppi

Sacerdoti nel mirino a Cessaniti: candeggina al posto del vino per don Palamara

Intimidazioni nel Vibonese: ancora nel “mirino” il parroco di Pannaconi

Articoli correlati

top