martedì,Giugno 25 2024

Il Vibonese fondato su un nuovo patto con la città e la provincia: solo notizie e il vostro racconto del territorio

L’editoriale di insediamento del direttore Enrico De Girolamo che assume la guida del giornale pietra angolare del Gruppo Diemmecom

Il Vibonese fondato su un nuovo patto con la città e la provincia: solo notizie e il vostro racconto del territorio

Sono ufficialmente il nuovo direttore de Il Vibonese da giovedì scorso. Ho aspettato alcuni giorni prima di scrivere il mio editoriale di insediamento, ineludibile adempimento che tocca a ogni direttore che va alla barra di comando di un giornale.

C’è chi non vede l’ora di scriverlo e chi, come me, non vede l’ora di andare avanti per fare quello che sa fare meglio: il giornalista. Non sono e non sarò un direttore politico, non sono e non sarò un direttore alla ricerca spasmodica di visibilità. E poi sono un “forestiero”, uno che vive qui da 25 anni ma qui non ci è nato. Ma vi assicuro che è meglio. Ho uno sguardo distaccato, da inviato che interpreta la realtà che vede. Se e quando la vede. Non ci saranno retropensieri, né pregiudizi nel mio lavoro, semplicemente perché non ne ho. Non mi interessa di chi sono parenti, amici o sodali quelli che incontro lungo la mia strada, perché a me interessa solo una cosa: la notizia. Se c’è, c’è. Se non c’è lo capisco e mi regolo di conseguenza.

Ho sulle spalle ormai quasi 30 anni di esperienza in questo che considero un mestiere prima che una professione. Mi ritengo un artigiano della parola e adoro, letteralmente, questo lavoro. Un famoso aforisma recita così: «Il mestiere del giornalista è difficile, carico di responsabilità, con orari lunghi, anche notturni e festivi, ma è sempre meglio che lavorare». Ed è la verità.

Chi ha il fuoco dentro resta attaccato a questo mestiere oltre qualunque logica, anche se tutto intorno ti dice di mollare, di fare altro. Ma no. Chi è giornalista davvero non ha altra scelta. L’unica cosa che gli interessa è offrire ai propri lettori qualcosa che valga la pena di essere letto, di essere guardato, di essere commentato. È quello che cercherò di fare con il Vibonese.it.

Ecco, ora veniamo al punto. Il Vibonese non è una testata qualsiasi. Ho aspettato alcuni giorni per scrivere queste righe di presentazione anche perché ho percepito subito, con la forza di un fulmine, le aspettative della città e dell’intera provincia vibonese. Questa è la testata su cui Domenico Maduli, l’editore, ha costruito la sua ambiziosa sfida. La pietra angolare di un gruppo che oggi parla a milioni di persone. E non è un’esagerazione, vi assicuro. Milioni. Tra web, tv e radio, la società editoriale Diemmecom rappresenta una realtà che pochi territori possono vantare nel Mezzogiorno d’Italia. Ed è anche vostra, cari lettori. Soprattutto vostra.

Il Vibonese sarà dunque pienamente inserito in questo contesto, con la testata regionale, LaC News24, di cui continuo a essere il vicedirettore, che segnerà la via. E per questo, se vorrete continuare a leggerci, vi chiedo di darci una mano. Scrivete, telefonate, contattateci come preferite. Ma partecipate. Noi saremo qui ad ascoltarvi.

LEGGI ANCHE: Diemmecom, Enrico De Girolamo e Antonio Alizzi nuovi direttori de Il Vibonese e Cosenza Channel

Articoli correlati

top