giovedì,Giugno 24 2021

Pizzo, i 99 anni di Gianni ‘i Lisa: una vita per il calcio

In gioventù è stato il mitico attaccante della squadra locale e di altre formazioni calabresi. Alla passione per il pallone univa quella per la musica con la sua inseparabile chitarra

Pizzo, i 99 anni di Gianni ‘i Lisa: una vita per il calcio

Calciatore, allenatore e… anche cantante. Un personaggio poliedrico, molto amato dalla comunità napitina, che ieri ha raggiunto il traguardo delle 99 candeline, un lungo percorso scandito dalla passione per il calcio, quello silenzioso, fatto di sacrifici, mosso soltanto dalla forza di volontà e dall’amore per lo sport, a dispetto di tutto.

Giovanni Aracri, da tutti conosciuto come Gianni ‘i Lisa, avendo ereditato il nomignolo, secondo la tipica usanza del costume pizzitano, dal padre Michele ‘i Lisa, è stato in gioventù un mitico attaccante della squadra locale e di altre formazioni calabresi. Velocissimo nel dribbling, grazie alla sua bassa statura riusciva a sgattaiolare in mezzo alla selva dei difensori avversari, come un Messi o un Insigne di altri tempi, quando secondo i canoni dell’epoca all’attaccante era richiesta soprattutto la prestanza fisica per sfondare le difese avversarie.

Ebbe anche, nel 1956, l’occasione di scendere in campo, vestendo la maglia della “Polisportiva Pizzo”, al fianco di un altro indimenticabile giovane talento calcistico di Pizzo, quel Gianni Fanello che negli anni 60/70 sarebbe poi approdato prima in serie B con il Catanzaro per poi militare in squadre della massima serie (Alessandria, Milan, Napoli) e vestire la maglia azzurra della nazionale olimpica guidata da Nereo Rocco in occasione dei giochi della XVII Olimpiade che si disputarono a Roma. Dopo aver appeso le scarpe al chiodo, Gianni non abbandonò il mondo del calcio, dedicandosi all’attività di allenatore e preparatore atletico. Era anche solito esibirsi nei locali della costa, mettendo in mostra le sue qualità canore con l’accompagnamento della sua inseparabile chitarra. Numerosissimi i messaggi di auguri pervenuti sulla pagina Facebook del mitico “Giannarejiu”, ai quali si associano quelli della nostra redazione.

top