martedì,Settembre 21 2021

Play off Challenge Cup, Vibo a caccia di vittorie per dimenticare le amarezze – Video

La Tonno Callipo dopo una serie di sconfitte prova a rialzare la testa e chiudere la stagione con un sorriso. Oggi la sfida con Ravenna, domenica c’è Milano in casa. Gargiulo: «Paghiamo un calo fisico e mentale»

Play off Challenge Cup, Vibo a caccia di vittorie per dimenticare le amarezze – Video

Il verdetto finale sulla stagione sarà affidato alla fredda statistica. Dirà, la classifica, quale posizione la Tonno Callipo Calabria avrà meritato alla fine dei giochi. Ma il giudizio complessivo sull’andamento del campionato 2020-2021 non potrà prescindere dall’esame di una molteplicità di aspetti. Quale piazzamento rispecchierà di più l’anima di una squadra che ha mostrato due volti? Quello della stagione regolare, che l’ha vista chiudere al quinto posto e battagliare fino all’ultimo pallone, arrendendosi a un passo dalla semifinale scudetto? O quello dell’appendice del campionato: una Pool Challenge Cup che ha finora riservato solo amarezze ai colori giallorossi?

Ai posteri la sentenza. Al momento Vibo langue nell’ultima posizione del girone che mette in palio l’Europa. Il quarto posto – che le garantirebbe l’accesso alle semifinali – appare più di una chimera. Non un buon motivo, questo, per non tentare di chiudere con due sorrisi un percorso fatto – fin qui – quasi esclusivamente di dispiaceri. Primo step oggi a Cesena contro la Consar Ravenna, il secondo in casa contro Milano domenica 18 aprile. L’ultima parola – come sempre – la dirà il campo.

Gargiulo: «Calo fisico e mentale»

Così il centrale Giovanni Maria Gargiulo, approdato questa estate a Vibo dopo cinque stagioni al Castellana Grotte in A2, alla vigilia del match di oggi. «Contro Piacenza – ha detto – abbiamo lottato maggiormente nei primi due set, ma ci sta mancando oltre ad una certa aggressività, anche le energie. Siamo reduci da una stagione veramente complicata: noi diamo sempre tutto in allenamento ed in partita. È innegabile però che stiamo giocando da tanto e che ci alleniamo da luglio scorso, quindi è anche naturale aver avuto un calo fisico e mentale non da poco».

Per Gargiulo, schierato fin dall’inizio contro Piacenza ed autore di cinque punti, questa stagione ha rappresentato l’esordio in Superlega. «Personalmente – spiega il centrale nativo di Sorrento – sono molto contento di questa mia prima stagione in A1, intanto perché ho avuto la fortuna di stare in un gruppo fantastico, oltre che in una società che ci ha aiutato in tutte le situazioni, dandomi anche la possibilità di approdare in Superlega. E poi ho conosciuto un allenatore come Baldovin veramente bravo, che ha saputo dare gli spazi giusti ad ognuno di noi durante le gare, oltre che molti stimoli durante gli allenamenti. Non amo giudicarmi in partita, per me quel che conta è che la mia squadra vinca, in quel caso sono doppiamente soddisfatto, in caso contrario non lo sono affatto». 

Riguardo alla gara di Ravenna ed alle residue possibilità di agguantare un posto in semifinale, Gargiulo aggiunge: «Non saprei se aritmeticamente per la Callipo sia impossibile approdare alle semifinali. Sicuramente come abbiamo sempre fatto e faremo da qui fino alla fine, contro Ravenna giocheremo con la voglia di vincere perché siamo professionisti e questo è il nostro lavoro, ovvero giocare e cercare di vincere. Per cui contro la squadra romagnola l’obiettivo sarà quello di ottenere il massimo dei punti. Certo sarà una gara difficile: Ravenna gioca con molti ragazzi carichi di entusiasmo e tanta voglia di fare bene per cui mi aspetto una gara molto ostica»

Articoli correlati

top