lunedì,Maggio 10 2021

Atletica San Costantino in trasferta a Napoli, buone prestazioni nella mezza maratona

La società sportiva presieduta da Raffaele Mancuso degnamente rappresentata nella città partenopea con tre atleti ai nastri di partenza

Atletica San Costantino in trasferta a Napoli, buone prestazioni nella mezza maratona

Una grande festa dello sport quella che si è svolta domenica 4 febbraio a Napoli, in occasione della 5a Napoli Half Marathon. «Non importa l’età, non importa essere longilinei o appesantiti, Napoli si è trasformata per un giorno la cornice di una delle manifestazioni più colorate e partecipate dell’anno con ottomila partecipanti in una giornata decisamente primaverile con un insolito vento e sole».

A riferirlo, in una nota, è una delle società partecipanti alla competizione sportiva, l’Asd Atletica San Costantino Calabro, che ha inviato nella città partenopea tre rappresentanti: Antonino La Torre, Fortunato Baldo e Pietro De Vita.

«Veloce doveva essere – spiega il presidente Raffaele Mancuso – e velocissima è stata la mezza maratona napoletana che si è corsa con partenza e arrivo dalla Mostra D’Oltremare. Organizzata da Napoli Running, l’edizione di quest’anno si è rivelata un autentico successo ed un vero punto di partenza per il futuro. Con questi numeri, con questo clima di felicità, euforia ed ottimismo, con queste prestazioni cronometriche, Napoli è già una gara di primaria importanza in Italia e si candida a diventare, o forse lo è già diventata, una delle capitali del running mondiale nei prossimi anni».

Un appuntamento, si legge ancora, «pianificato e preparato con grande impegno da parte degli atleti di San Costantino Calabro, i quali al termine di una prestazione esaltante sono apparsi visibilmente soddisfatti per aver tagliato il traguardo dopo un’entusiasmante prestazione in ragguardevoli tempi. La Torre con il tempo di 1:27.45; De Vita con il tempo 1:31.20 e Baldo con il tempo di 1:39.45. Si è corso – prosegue Mancuso – in uno scenario unico, tra il lungomare e Castel dell’Ovo, tra il Maschio Angioino e il teatro San Carlo, tra la zona portuale e piazza del Plebiscito. Arte e storia che non hanno distratto i partecipanti. Applausi e riconoscenza vanno a questi atleti che con le loro prestazioni rendono onore e prestigio all’Atletica San Costantino Calabro e a tutta l’atletica calabrese. La preparazione anche in questa occasione ha giocato un ruolo importante e loro sono la testimonianza vivente di come con l’impegno e la determinazione si possano raggiungere ottimi risultati».

LEGGI ANCHE:

Corsa, per l’Atletica San Costantino l’anno parte con …il piede giusto

top