mercoledì,Aprile 24 2024

L’Ato di Vibo blocca il conferimento dei rifiuti per i Comuni morosi

Moltissimi enti locali risultano debitori nei confronti di quello del capoluogo di provincia e da domani si vedranno bloccare il conferimento dei rifiuti in discarica

L’Ato di Vibo blocca il conferimento dei rifiuti per i Comuni morosi
Rifiuti lasciati per strada (foto d'archivio)

Un’autentica tegola che da domani giunge su oltre trenta comuni del Vibonese e, circostanza ancora più sfavorevole, a ridosso delle feste natalizie. Moltissimi enti locali, infatti, sono risultati morosi nei confronti di quello del capoluogo di provincia e, di conseguenza, da domani si vedranno bloccare il conferimento dei rifiuti in discarica. Alla data del 14 dicembre, infatti, solo dodici comuni avevano provveduto a versare completamente i propri oneri mentre i restanti non hanno saldato le quote che Palazzo Luigi Razza aveva anticipato, circa due milioni di euro, per far fronte alle spese. Alcuni enti, come detto, hanno provveduto a estinguere il debito e, altri, da quanto si starebbe apprendendo, potrebbero aver provveduto oggi a versare gli oneri. Allo stato restano comunque circa 700mila euro che il Comune di Vibo Valentia non può permettersi di non incassare considerando anche il dissesto in cui versa. La situazione debitoria era emersa già a novembre e il primo di dicembre era stata diramata dagli uffici dell’Ato 4 di Vibo, ai sindaci morosi, la comunicazione er provvedere a versare completamente i propri oneri. [Continua in basso]

Una decina di Comuni hanno provveduto, ma, ad oggi, la situazione per la maggioranza degli enti è rimasta invariata, motivo che ha portato il Comune di Vibo Valentia a disporre il blocco dei conferimenti a far data dalla giornata di domani. Tale decisione non riguarda i Comuni di Acquaro, Francica, Dinami, Joppolo, Mongiana, Nicotera, Parghelia, San Calogero, Spadola, Spilinga, Tropea e Vibo Valentia per quanto concerne la frazione organica; Acquaro, Dinami Francica, Mongiana, Parghelia, San Calogero, Spilinga, Stefanaconi, Vibo Valentia e Zungri per la frazione indifferenziata. I Comuni morosi sono quindi inviati a liquidare, a favore di Palazzo Luigi Razza, l’importo relativo alla tariffa dovuta e con modalità di pagamento girofondi sulla contabilità speciale intestata alla Banca d’Italia – Tesoreria dello Stato – Sezione di Catanzaro – Vibo Valentia con le seguenti causali: Frazione Organica – “Liquidazione quota spettante per Servizio di trattamento della frazione organica”. Frazione indifferenziata – “Liquidazione quota spettante per il trattamento degli scarti di lavorazione proveniente dal trattamento Rsu”. Quello che si teme è che da domani tanti rifiuti faranno brutta mostra di sè sulle strade comunali del Vibonese.

LEGGI ANCHE : Rifiuti da imballaggio, cresce in Calabria il conferimento: il dato nel Vibonese

Vibo, l’Ato aggiudica le gare di appalto per il trattamento dei rifiuti

Articoli correlati

top