martedì,Luglio 16 2024

Le cunette di Vibo Valentia: il lancio dell’immondizia lungo le strade degli sporcaccioni

Sacchetti gettati dal finestrino, randagi e animali selvatici che gozzovigliano. E i canali di scolo che si intasano. Ecco cosa succede sulla Statale 18 e non solo

Le cunette di Vibo Valentia: il lancio dell’immondizia lungo le strade degli sporcaccioni

I campioni del lancio dell’immondizia si misurano lungo la strada che collega la stazione di Vibo Pizzo a Vibo Marina. Ma neppure quelli che scelgono la Statale 18 fino Pizzo Calabro scherzano. Le cunette, da poco ripulite, sono così nuovamente invase di sacchetti dei quali gli animali randagi e quelli selvatici (i cinghiali qui ormai sono di casa) fanno scempio. Il risultato è che gli sforzi profusi per assicurare igiene, decoro e sicurezza vanno a farsi benedire. 
Le immagini sono eloquenti. Non mostrano semplicemente rifiuti di ogni genere abbandonati e, poi, inevitabilmente sparsi, ma anche una condizione che finisce con l’aggravare i pericoli sul piano idrogeologico. Si guardino, ad esempio, i canali di scolo delle acque. Già, proprio quelli che, incapaci di contenere quella valanga di fango e detriti alimentata dalla pioggia, il 3 luglio del 2006 provocarono un disastro rimasto nella storia. Le cunette convogliano lì proprio l’acqua piovana e, con essi, i rifiuti che un manipolo di incivili continua a lanciare impunemente dai finestrini delle auto in corsa. Il risultato è che i canali di scolo, già intasati dalla vegetazione spontanea, si tappano quasi completamente.
Dove? Per esempio nel punto in cui le due guardie giurate rimaste uccise furono travolte dallo tsunami di fango che invase la statale 18 o dove la furia dell’acqua strappò dalle braccia della mamma il piccolo Salvatore, trovato poi esanime nelle campagne sottostanti. All’inciviltà non c’è riparo, se non attraverso un’azione di monitoraggio che attraverso fototrappole e videosorveglianza che da un lato dissuadano gli sporcaccioni e, dall’altro, puniscano con multe salate certi comportamenti. Ne va dell’immagine ma anche, e soprattutto, della sicurezza del territorio.

LEGGI ANCHE: Vibo, incuria e degrado in parchi e aree urbane: l’associazione “Valentia” li ripulisce

Incentivi per aumentare la raccolta differenziata a Vibo, le iniziative del Comune

Articoli correlati

top