Carattere

Non regge al vaglio dei giudici del Riesame la misura cautelare di massimo rigore, sostituita con gli arresti domiciliari

Cronaca

Il Tribunale del Riesame ha concesso gli arresti domiciliari a Rosa Inzillo, 50 anni, di Sorianello, ed alla sorella Viola Inzillo, 52 anni, residente a Gerocarne, detenute nell’ambito dell’operazione antimafia denominata “Black Widows”. Entrambe sono difese dagli avvocati Nazzareno Latassa e Marcello Scarmato. L’inchiesta del pm della Dda Annamaria Frustaci, e del pm della Procura di Vibo, Filomena Aliberti (applicata alla Dda per tale singola inchiesta), con il coordinamento del procuratore capo di Catanzaro, Nicola Gratteri e dell’aggiunto Giovanni Bombardieri, mira a far luce sul tentato omicidio a Sorianello di Giovanni (detto Alex) Nesci e del fratello minorenne Manuel (fra l’altro affetto dalla sindrome di down), nell’ambito dello scontro fra i clan delle Preserre.  Allo stato, dunque, nell’ambito dell’operazione “Black Widows” restano in carcere solo Michele Nardo, 47 anni, di Sorianello, marito di Rosa Inzillo, e Vincenzo Cocciolo, 30 anni, di Gerocarne, nipote di Salvatore Inzillo, ucciso a Sorianello il 21 giugno 2017. Tale ultimo fatto di sangue, secondo la ricostruzione degli inquirenti, avrebbe provocato il tentato omicidio - sempre a Sorianello - di Giovanni, detto Alex Nesci, e del fratello Manuel, attinti da colpi d’arma da fuoco il 28 luglio dello scorso anno. Contestualmente alla concessione degli arresti domiciliari per le sorelle Inzillo, stessa misura cautelare il Riesame ha stabilito per Gaetano Muller (zio di Rosa Inzillo), difeso dall’avvocato Giuseppe Di Renzo, escludendo le aggravanti mafiose (art. 7 della legge antimafia) nelle condotte contestate. Già in sede di convalida del fermo di indiziato di delitto, il gip del Tribunale di Vibo Valentia, Graziamaria Monaco, aveva escluso le aggravanti mafiose nel tentato omicidio di Giovanni (Alex) Nesci e del fratello minorenne Manuel. Decisione del magistrato vibonese ora condivisa anche dai giudici del Riesame di Catanzaro.

LEGGI ANCHE: Operazione “Black Widows”, 19enne di Soriano lascia il carcere

‘Ndrangheta: il pentito Nicola Figliuzzi e le sinergie criminali del Vibonese

‘Ndrangheta: “Black Widows”, le dichiarazioni inedite del pentito Figliuzzi e la sua affiliazione

Ndrangheta: “Black Widows”, i legami fra gli arrestati e la volontà di uccidere gli Emanuele

Ndrangheta: inchiesta “Black Widows” nel Vibonese, quattro nuovi indagati

 

Operazione “Black widows”, Bombardieri: «Dagli Inzillo una rabbiosa ricerca di vendetta» (VIDEO)

\'Ndrangheta: la faida fra i clan del Vibonese nelle confessioni del nuovo pentito Figliuzzi

‘Ndrangheta: i familiari di Figliuzzi prendono le distanze dal collaboratore di giustizia

‘Ndrangheta: i verbali inediti di Figliuzzi e le affiliazioni a Stefanaconi

 ‘Ndrangheta: i fatti di sangue a Stefanaconi nei nuovi verbali del pentito Figliuzzi

‘Ndrangheta: gli omicidi a Vibo Marina nelle dichiarazioni del nuovo pentito Figliuzzi

‘Ndrangheta: ecco i primi verbali inediti del nuovo pentito vibonese Figliuzzi

‘Ndrangheta: si pente Nicola Figliuzzi, killer del clan Patania di Stefanaconi

‘Ndrangheta: omicidio Canale, Figliuzzi non risponde al gip

‘Ndrangheta: le dichiarazioni dei pentiti “vibonesi” che “incastrano” Figliuzzi e Loielo

‘Ndrangheta:“Romanzo criminale” a Vibo, ecco la sentenza per il clan Patania

‘Ndrangheta: “Romanzo criminale”, ecco i motivi della sentenza contro il clan Patania

 

 

 

 

 

In evidenza

Seguici su Facebook