Tropea, convalidato l’arresto di Francesco La Rosa

Il Tribunale di Vibo non ritiene però sussistenti le esigenze cautelari e rimette in libertà il 47enne ritenuto elemento di spicco dell’omonimo clan. E’ accusato di aver violato la sorveglianza

Il Tribunale di Vibo non ritiene però sussistenti le esigenze cautelari e rimette in libertà il 47enne ritenuto elemento di spicco dell’omonimo clan. E’ accusato di aver violato la sorveglianza

Informazione pubblicitaria
Informazione pubblicitaria

E’ stato convalidato dal Tribunale monocratico di Vibo Valentia, presieduto dal giudice Marina Russo, l’arresto ai domiciliari di Francesco La Rosa, 47 anni, alias “U Bimbu”, di Tropea, effettuato dai carabinieri. Al contempo il giudice, non ritenendo sussistenti esigenze cautelari in attesa della celebrazione del processo – fissato per il 7 febbraio del prossimo anno – ha rimesso in libertà Francesco La Rosa (avvocati Giovanni Vecchio e Sandro D’Agostino) che resta in regime di sorveglianza speciale con obbligo di soggiorno a Tropea. Il pm, oltre alla convalida dell’arresto, aveva chiesto la detenzione ai domiciliari. Francesco La Rosa si trovava seduto in un ristorante di Vena di Ionadi intento a parlare con un pregiudicato sebbene gravato dal regime della sorveglianza speciale che gli impedisce di intrattenersi con pregiudicati. Riuscito a fuggire, i carabinieri l’avevano rintracciato a Tropea dopo aver visionato le immagini degli impianti di videosorveglianza del ristorante di Vena di Ionadi che ne hanno immortalato la presenza nel locale. Francesco La Rosa – ritenuto a capo dell’omonimo clan di Tropea insieme al fratello Antonio (alias “Ciondolino”)  – è stato condannato a 6 anni di reclusione in Cassazione a seguito dell’operazione antimafia denominata “Peter Pan” scattata nel dicembre del 2012 su indagini della Squadra Mobile di Vibo Valentia ed il coordinamento della Dda di Catanzaro. 

Informazione pubblicitaria

LEGGI ANCHE: Violazione della sorveglianza, arrestato Francesco La Rosa

Ndrangheta: clan La Rosa a Tropea, Cassazione respinge i ricorsi

 

‘Ndrangheta: torna libero il boss di Tropea Antonio La Rosa

Tropea: ordine di demolizione per le costruzioni del boss La Rosa e di Accorinti

Interdittiva antimafia per la Tropeamar di La Rosa, si va davanti al Tar

 

‘Ndrangheta: ritorna in libertà il boss di Tropea Antonio La Rosa

Interdittiva antimafia per la Tropeamar di La Rosa

‘Ndrangheta: la Cassazione certifica l’egemonia del clan La Rosa a Tropea

‘Ndrangheta: clan La Rosa di Tropea, condanne in Cassazione