lunedì,Maggio 16 2022

Rinascita Scott: nel processo in abbreviato ammesse le deposizioni chieste dalla Dda

Deporranno il collaboratore di giustizia Nicola Figliuzzi ed alcuni investigatori dell’inchiesta “Petrol Mafie” che hanno condotto le indagini su Pasquale Gallone e Gregorio Giofrè

Rinascita Scott: nel processo in abbreviato ammesse le deposizioni chieste dalla Dda
Pasquale Gallone
Gregorio Giofrè

Sciolte le riserve da parte del gup distrettuale, Claudio Paris, sulle richieste istruttorie avanzate da accusa e difesa nel processo in abbreviato nato dall’operazione Rinascita Scott. In particolare, il giudice ha ammesso la richiesta della Dda di Catanzaro di ascoltare alcuni testi di polizia giudiziaria che hanno condotto l’attività investigativa confluita nell’operazione “Petrol Mafie” e che interessa le posizioni di Pasquale Gallone, 61 anni, di Nicotera Marina (indicato come vicino al boss Luigi Mancuso) e Gregorio Giofrè, 58 anni, di San Gregorio d’Ippona (ritenuto figura apicale del clan Fiarè).
Ammessa poi la deposizione del collaboratore di giustizia Nicola Figliuzzi di Sant’Angelo di Gerocarne (già vicino al clan Loielo delle Preserre ed ai Patania di Stefanaconi) sulla posizione dell’imputato Domenico Cracolici, 38 anni, di Maierato nei cui confronti la pubblica accusa ha già chiesto la condanna a 18 anni di reclusione. Nei confronti di Pasquale Gallone, invece, la Dda ha già chiesto la condanna a 20 anni di reclusione, mentre per Gregorio Giofrè (genero del boss Rosario Fiarè) sono stati chiesti 18 anni di carcere.

Il gup ha poi deciso di acquisire una serie di documenti prodotti dalle difese di alcuni imputati. Si proseguirà il 4 ottobre prossimo.

LEGGI ANCHE: Rinascita-Scott: “pioggia” di richieste di condanna lette da Gratteri nell’abbreviato

Rinascita Scott, minacce ai familiari del collaboratore Schiavone per non farlo deporre

Articoli correlati

top