giovedì,Aprile 18 2024

Operazione Olimpo: i fondi per un resort a Pizzo e le “manovre” di Anastasi e Calafati per il via libera dalla Regione

Il dirigente regionale in pensione, attuale presidente della Fondazione voluta da Natuzza, indagato per traffico di influenze illecite insieme all’imprrnditore vibonese Vincenzo Calafati

Operazione Olimpo: i fondi per un resort a Pizzo e le “manovre” di Anastasi e Calafati per il via libera dalla Regione
L'ex dirigente Pasquale Anastasi

di Vincenzo Imperitura
Ci sono i bandi da correggere a richiesta e i dirigenti da far ruotare secondo un Tetris pensato a tavolino; ci sono gli (agognatissimi) posti di lavoro da gestire al meglio, e i contatti giusti da intrecciare perché tutto fili liscio. Quello che viene fuori dalla monumentale indagine Olimpo della distrettuale antimafia di Catanzaro è uno spaccato desolante del sistema turismo. Un sistema che, ipotizzano gli inquirenti nelle oltre 4mila pagine di richiesta di misura cautelare, farebbe perno su Pasquale Anastasi, ex dirigente regionale formalmente in pensione, ma con ancora più di un piede a Germaneto. Indagato con l’ipotesi di traffico di influenze illecite, l’ex dirigente sarebbe stato l’interfaccia di Vincenzo Calafati, imprenditore turistico del settore “incoming”, riferimento della Tui in Calabria e accusato di essere a sua volta espressione dei clan del vibonese. [Continua in basso]

Sul piatto c’è il lancio del Tui Magic Life, il prestigioso resort di Pizzo. Sullo sfondo una serie di servizi finanziati con fondi pubblici – charter aerei, marketing, corsi di formazione – a cui la società “giusta” – il colosso tedesco del settore Tui Group – avrebbe potuto accedere proprio grazie alle manovre di Calafati e della sua presunta controparte Anastasi, ancora perfettamente in grado di estendere la propria influenza all’interno della Cittadella. Sia sul versante politico, con l’ostentata amicizia con il non indagato ex presidente della Regione Mario Oliverio, che su quello burocratico-amministrativo, grazie ai continui contatti con dirigenti e funzionari. Continua a leggere su LaCnews24.it

LEGGI ANCHE: Operazione Olimpo: ecco tutti i beni sequestrati nel Vibonese ed i relativi compendi aziendali

Il Corsivo | L’operazione Olimpo e la via del silenzio scelta dalla politica vibonese e non solo

Tentata estorsione con i boss: Gianfranco La Torre si è difeso dinanzi al gip

Articoli correlati

top