venerdì,Maggio 24 2024

Tentata estorsione con i boss: Gianfranco La Torre si è difeso dinanzi al gip

Concluso l’interrogatorio di garanzia per il sindacalista e già vicesindaco di Ricadi. E’ accusato di essere l’esecutore materiale delle pretese criminali ai danni dell’impresa De Nisi di Filadelfia

Tentata estorsione con i boss: Gianfranco La Torre si è difeso dinanzi al gip
Gianfranco La Torre

All’esito dell’interrogatorio di garanzia tenutosi in data odierna, Gianfranco La Torre, di Ricadi, arrestato e detenuto per tentata estorsione pluriaggravata, ha risposto alle domande poste dal gip, ribadendo la propria estraneità rispetto alle accuse e contestando gli addebiti mossi. La Torre – per come riferito dal difensore Francesco Sabatino – ha ripercorso i tratti salienti della sua carriera (caratterizzata dall’impegno in politica e nel sociale) che “in diverse occasioni lo hanno anche visto vicino all’ingegnere De Nisi, al quale lo lega un’amicizia alquanto risalente. Pur nella consapevolezza che l’importante attività investigativa versata meriti particolare approfondimento, l’auspicio – spiega il legale – è che al più presto il Tribunale del Riesame (o prima ancora il gip emittente la misura) possano restituire la libertà ad una persona estranea ad ogni vicenda illecita, mai prima d’ora – ha concluso l’avvocato Sabatino – coinvolta in alcuna vicenda giudiziaria”.

LEGGI ANCHE: Tentata estorsione con i boss: ecco le accuse al sindacalista vibonese Gianfranco La Torre

 ‘Ndrangheta: operazione Olimpo della Polizia, ecco tutti i nomi degli indagati – Foto

Operazione Olimpo: anche la Cittadella di Padre Pio a Drapia nel mirino dei clan

Operazione Olimpo, Morra: «Prefettura di Vibo mandi subito accesso agli atti al Comune di Tropea»

Operazione Olimpo: ai domiciliari due funzionari della Prefettura di Vibo

Tentata estorsione con i boss: ecco le accuse al sindacalista vibonese Gianfran

Articoli correlati

top