giovedì,Maggio 30 2024

Operazione Olimpo: lasciano il carcere i fratelli Stillitani

Il Tribunale del Riesame di Catanzaro accoglie i ricorsi dei difensori e annulla l’ordinanza di custodia cautelare

Operazione Olimpo: lasciano il carcere i fratelli Stillitani
L'ex assessore regionale Francescantonio Stillitani
L’ex assessore regionale Francescantonio Stillitani

Lasciano il carcere i fratelli Francescantonio ed Emanuele Stillitani, di 70 e 68 anni, di Pizzo, tratti in arresto dalla polizia nell’ambito dell’operazione antimafia denominata Olimpo coordinata dalla Dda. Il Tribunale del Riesame di Catanzaro, in accoglimento dei ricorsi dei difensori, ha infatti annullato per entrambi l’ordinanza di custodia cautelare. In particolare, Franscescantonio Stillitani è difeso dagli avvocati Vincenzo Gennaro e Vincenzo Comi, mentre Emanuele Stillitani è assistito dagli avvocati Enzo Ioppoli e Michele Andreano. Dalla notte del blitz – 23 gennaio – Francescantonio Stillitani si trovava ricoverato in ospedale in quanto colto da malore. I fratelli Stillitani sono indagati per il reato di estorsione aggravata in concorso con Saverio Prostamo e Salvatore Muggeri. Secondo l’accusa, gli indagati avrebbero costretto il direttore pro tempore del Tui Magic Life di Pizzo ad assumere Prostamo e Muggeri, quali dipendenti della struttura, con mansioni di guardiani, con un contratto di lavoro a tempo indeterminato stipulato in data 1 maggio 2019. Gli Stillitani al momento si trovano già imputati nel processo Imponimento in corso dinanzi al Tribunale di Lamezia Terme ed in tale caso dopo il carcere e i domiciliari erano già ritornati in libertà.

LEGGI ANCHE: Operazione Olimpo: il Riesame conferma la misura cautelare per i principali indagati

Operazione Olimpo: ecco tutti i beni sequestrati nel Vibonese ed i relativi compendi aziendali

Operazione Olimpo: l’estorsione all’ospedale di Tropea e i contrasti fra i La Rosa e i Mancuso

Articoli correlati

top