Giustizia: riscaldamenti in tilt nel nuovo Tribunale di Vibo, sospese le cause di lavoro

La decisione del presidente, Alberto Filardo, da oggi sino al 31 gennaio prossimo. Nei locali del vecchio palazzo di giustizia verranno trattati solo i procedimenti urgenti

La decisione del presidente, Alberto Filardo, da oggi sino al 31 gennaio prossimo. Nei locali del vecchio palazzo di giustizia verranno trattati solo i procedimenti urgenti

Informazione pubblicitaria
Informazione pubblicitaria

Impianto di climatizzazione e riscaldamento in tilt ed udienze in materia di lavoro e previdenza sospese. E’ quanto accade al Tribunale di Vibo Valentia dove il presidente, Alberto Filardo, ha sospeso tutte le udienze ordinarie in materia di lavoro e previdenza fissate da oggi, 16 gennaio, e calendarizzate sino al 31 gennaio prossimo.

Informazione pubblicitaria

In tale arco temporale verranno trattate solo le cause di lavoro più urgenti, utilizzando i locali del vecchio palazzo di giustizia di corso Umberto I. I faldoni dovranno quindi transitare dal nuovo al vecchio Tribunale. Il tutto, in attesa che l’impianto di riscaldamento venga definitivamente riparato e la situazione ritorni alla normalità.

Una normalità venuta meno per motivi che non dovrebbero verificarsi all’interno di un palazzo di giustizia, ovvero la mancanza di riscaldamenti, quanto mai indispensabili in questi giorni di rigide temperature. Nel vecchio palazzo di giustizia dalla scorsa settimana è ritornato anche il processo “Black money” contro il clan Mancuso, impossibile da celebrare in un’aula bunker con temperature a dir poco polari.