Pizzo, il Pd dalla parte dei lavoratori Eurocoop

Il segretario cittadino Gianpaolo Masciari: «Protesta pienamente condivisa e apprezzamento per la posizione del Comune».

Il segretario cittadino Gianpaolo Masciari: «Protesta pienamente condivisa e apprezzamento per la posizione del Comune».

Informazione pubblicitaria
Il segretario Pd di Pizzo Gianpaolo Masciari
Informazione pubblicitaria

Il Circolo Pd di Pizzo esprime massima vicinanza e solidarietà ai 17 lavoratori che da settimane protestano per la mancata corresponsione degli stipendi da parte di Eurocoop, la ditta che gestiva la raccolta dei rifiuti e lo spazzamento delle strade a Pizzo. Una situazione che il segretario cittadino Gianpaolo Masciari non esita a definire «esasperante, frutto delle inadempienze dell’impresa ma anche di una normativa paradossale che impedisce al Comune di pagare direttamente gli stipendi ai lavoratori, così come il sindaco Gianluca Callipo e l’assessore all’Ambiente Fabrizio Anello hanno dichiarato pubblicamente di voler fare».

Informazione pubblicitaria

«Purtroppo, Equitalia – spiega ancora Masciari -, che vanta crediti nei confronti di Eurocoop, ha diffidato ufficialmente il Comune dal procedere in questo senso. Il risultato di questa impasse è che a subirne le conseguenze, come al solito, è l’anello più debole, quegli stessi lavoratori che con grande senso di responsabilità hanno continuato a prestare servizio per tenere Pizzo pulita anche durante la vertenza. Intanto, proprio nella volontà di rimarcare l’assoluta sintonia con le legittime rivendicazioni dei lavoratori, l’Amministrazione ha prima multato Eurocoop per circa 20mila euro, e poi, dopo l’ennesimo vano tentativo di sollecitare il regolare versamento degli stipendi ai lavoratori, ha rescisso a norma di legge il contratto d’appalto, avviando le procedure per una nuova gara. Questo a dimostrazione della totale condivisione delle istanze dei lavoratori. Un atteggiamento senza riserve, di pieno sostegno alla vertenza, che come Pd condividiamo e apprezziamo. L’auspicio è che questo capitolo possa essere chiuso presto, individuando celermente una nuova ditta che assorba il personale attualmente in servizio, affinché possa concentrarsi con serenità sul proprio, prezioso lavoro, fondamentale per assicurare a Pizzo un servizio sempre all’altezza delle aspettative dei cittadini».