Briatico chiede lo stato di calamità per i danni provocati dal maltempo

La proposta avanzata alla Regione dai commissari prefettizi alla guida dell'Ente
La proposta avanzata alla Regione dai commissari prefettizi alla guida dell'Ente
Informazione pubblicitaria
Informazione pubblicitaria

I danni provocati dal maltempo sono stati devastanti per Briatico. Le violente mareggiate dello scorso dicembre hanno spazzato via i lidi, le spiagge, provocato crolli lungo lo storico porticciolo. Per questo motivo i commissari alla guida del Comune hanno proposto di dichiarare lo stato di calamità naturale nell’ambito del comprensorio comunale per quanto causato «dalle forti raffiche di vento e dalle mareggiate a seguito delle quali si rende necessario far fronte con interventi urgenti, immediati e straordinari».

Informazione pubblicitaria

Quanto accaduto nel mese di dicembre ha rappresentato un duro colpo per l’economia e per i pescatori locali che in più occasioni avevano paventato i rischi dei mancati interventi nell’area. Paure divenute triste realtà per la città del mare. Ora, attraverso l’atto della triade commissariale si richiede «alle competenti autorità regionali la concessione dei benefici finanziari previsti dalle norme vigenti in materia di calamità naturali e di trasmettere l’istanza alla Presidenza del Consiglio dei ministri, alla Regione Calabria, dipartimento Presidenza della giunta e alla Protezione civile regionale, alla Provincia di Vibo Valentia e alla Prefettura». I cittadini attendono i risvolti di questo ulteriore grido d’aiuto. Ritornare alla normalità, se non vi saranno riscontri, sarà davvero molto difficile.