“Giardini segreti”: scarcerato giovane di Nicotera

E’ stato condannato ieri a 4 anni e 3 mesi per reati legati agli stupefacenti ma è caduto il reato associativo
E’ stato condannato ieri a 4 anni e 3 mesi per reati legati agli stupefacenti ma è caduto il reato associativo
Informazione pubblicitaria
Informazione pubblicitaria

Lascia il carcere e ritorna libero Giuseppe De Certo, 27 anni, di Nicotera, condannato ieri a 4 anni e 3 mesi di reclusione dal gup distrettuale di Catanzaro, Pietro Carè, al termine del giudizio celebrato con rito abbreviato (che è valso per l’imputato uno sconto di pena pari ad un terzo) nato dall’operazione “Giardini segreti” della Squadra Mobile di Vibo, con il coordinamento della Dda, scattata nel luglio 2018. E’ stato lo stesso gup a disporre la scarcerazione accogliendo parzialmente le argomentazioni avanzate dall’avvocato Francesco Capria sulla scorta della cessazione delle esigenze cautelari.

Nei confronti di De Certo è infatti caduta l’accusa di associazione a delinquere finalizzata dedita al traffico di stupefacenti ed una contestazione legata alla cessione di cocaina, mentre è stato condannato per il reato di detenzione ai fini di spaccio di marijuana e cocaina. Alla base dell’impalcatura accusatoria – il pm della Dda di Catanzaro, Annamaria Frustaci aveva chiesto per l’imputato la condanna a 7 anni e 4 mesi – diverse intercettazioni telefoniche e le dichiarazioni del collaboratore di giustizia Emanuele Mancuso.

LEGGI ANCHE: Narcotraffico: “Giardini segreti”, nove condanne per i vibonesi

Informazione pubblicitaria