domenica,Luglio 21 2024

“L’influencer di Dio”, a San Calogero si lavora per realizzare il Musical su Carlo Acutis

I ragazzi dell’oratorio impegnati nella realizzazione del progetto dedicato alla figura del giovane che sarà presto proclamato santo

“L’influencer di Dio”, a San Calogero si lavora per realizzare il Musical su Carlo Acutis

“L’influencer di Dio”. È dedicato a Carlo Acutis il musical ideato dai giovani dell’oratorio “Santa Paola Frassinetti”. Da settimane, infatti, i ragazzi di San Calogero si stanno impegnando per la perfetta riuscita dell’evento che si svolgerà il 27 e 28 luglio 2024. Il progetto, scritto e diretto da Francesco Romano e Francesco paolo De Vita, intende raccontare la vita di Carlo, che si avvia a diventare il primo santo millennial della Chiesa Cattolica.

Chi era Carlo Acutis

Il giovane morì nel 2006 a soli 15 anni a causa della leucemia. Già proclamato beato il 10 ottobre 2020 ad Assisi, ora diventerà santo essendo stato riconosciuto un secondo miracolo dovuto alla sua intercessione.

Viene già considerato il “protettore” di internet poiché, nella sua breve esistenza, utilizzò molto gli strumenti digitali per parlare della fede cattolica e di Dio. Amatissimo tra i giovani, l’evento di San Calogero vuole essere un momento per raccontare la sua storia, per riflettere sui valori di fede che ha lasciato. Si tratta di uno dei primi musical a lui dedicati promossi in Italia.

Le attività dell’oratorio

Il musical dedicato a Carlo Acutis non rappresenta un evento isolato. L’oratorio, afferente la parrocchia Maria Santissima Immacolata di San Calogero, organizza settimanalmente appuntamenti per bambini, ragazzi e famiglie. Momenti di formazione ma anche di socialità e aggregazione che raccolgono decine e decine di giovanissimi. Tra le novità, la presa in comodato d’uso (per 9 anni), grazie al sinergico lavoro con l’amministrazione comunale, della struttura sportiva di località Torretta dove vengono ospitati tornei e attività. In occasione delle ultime iniziative, registrata la presenza di oltre 200 bambini.

Articoli correlati

top