domenica,Giugno 20 2021

Vibo, accudisce per 16 anni la madre non vedente e l’Unione ciechi l’assume: si avvera il sogno di Francesca – Video

La storia di una giovane disoccupata di Piscopio che grazie a un appello lanciato dalle nostre testata web è riuscita a diventare operatrice sanitaria

Vibo, accudisce per 16 anni la madre non vedente e l’Unione ciechi l’assume: si avvera il sogno di Francesca – Video
Francesca Fortuna insieme alla madre

«Aiutatemi a trovare un lavoro, vi prego». Terminava così l’appello che Francesca aveva affidato alle nostre testate web. E a distanza di qualche mese, la giovane aspirante operatrice sanitaria il lavoro l’ha trovato. Proprio grazie a quell’appello carico di dolore e disperazione. Dolore per la perdita della madre non vedente che la trentenne di Piscopio aveva accudito per sedici anni – accumulando una notevole esperienza nell’assistenza di chi ha perso la vista – e disperazione per non riuscire a prendersi cura di suo padre malato di Parkinson. «Con una pensione di reversibilità di 512 euro, il mutuo, le bollette, le tasse… Per la spesa restano 100 euro», diceva quasi rassegnata nel suo sfogo. «Sto mandando curriculum, ma tutti mi chiedono se ho esperienze lavorative. Come faccio ad avere esperienze se nessuno mi dà la possibilità di lavorare?».

L’Unione ciechi risponde all’appello

La storia di Francesca Fortuna non ha lasciato indifferente il presidente della sezione di Vibo Valentia dell’Unione italiana ciechi Rocco Deluca, che l’ha reclutata inserendola nel proprio organico con la qualifica di Oss. Seppure a tempo determinato Francesca ha realizzato il suo sogno. «Un traguardo che dedico a mia madre diventata cieca a 50 anni. L’ho accudita dall’età di 16 anni – racconta. Fu lei a dirmi che potevo trasformare questo impegno in lavoro». E così nel 2019 la giovane ha partecipato ad un corso organizzato dalla Confcommercio che le ha permesso di conseguire un attestato ed entrare per un breve periodo nei reparti di radiologia e neurologia dello Jazzolino.

La firma del contratto di lavoro

La ricerca del lavoro è finita. Nei giorni scorsi la firma del contratto, avvenuta nel corso della presentazione di un progetto in favore dei ciechi pluriminorati realizzato con i fondi della legge regionale n. 17/2019 – approvata all’unanimità dal Consiglio Regionale della Calabria e proposta dall’allora consigliere regionale Michelangelo Mirabello, il quale nell’occasione ha ricevuto la Tessera di Socio Onorario dell’Unione italiana ciechi.

top