martedì,Gennaio 25 2022

Nella biblioteca degli avvocati di Vibo inaugurata una moderna sala multimediale

Tra gli obiettivi perseguiti dal progetto, la possibilità di seguire convegni e corsi di aggiornamento e formazione anche a distanza

Nella biblioteca degli avvocati di Vibo inaugurata una moderna sala multimediale

Nei giorni scorsi è stata inaugurata, nei locali della Biblioteca dell’Ordine degli avvocati di Vibo Valentia, una innovativa sala multimediale con piattaforma di E-learning interamente finanziata da Cassa Forense a seguito della partecipazione del Coa vibonese al Bando n. 14/2019 relativo all’assegnazione di contributi per progetti di sviluppo economico dell’Avvocatura.
Nell’occasione, il Foro vibonese è stato chiamato a partecipare ad una tavola rotonda che, dopo i saluti del presidente Francesco De Luca, ha visto il personale intervento dei delegati di Cassa Forense per il Distretto di Catanzaro gli avvocati Filippo Mancini, Vito Caldiero e Nicola Zaffina, quale componente del CdA Cassa Forense, oltre alla partecipazione con collegamento video, da remoto, dell’avvocato Carolina Scarano, consigliere Nazionale Forense e coordinatrice della Commissione formazione del Cnf.
Nel corso dell’evento, moderato dal consigliere segretario Francesco Massara e che ha raccolto l’ampia ed interessata partecipazione degli iscritti presenti in sala e da remoto, i consiglieri avvocati Elda De Masi e la referente alla formazione Coa, l’avvocato Maria Daniela Renda, hanno illustrato gli obiettivi perseguiti dal progetto che, in sintesi è volto a garantire a tutti gli iscritti al Foro, la possibilità di seguire convegni e corsi di aggiornamento e formazione anche a distanza, rendendo effettivo il diritto degli avvocati alla formazione continua.

Un diritto, quello alla formazione che le restrizioni connesse all’emergenza epidemiologica da Covid-19 ha messo a dura prova e che solo a mezzo Fad (Formazione a distanza) può dirsi pienamente realizzato. A questo proposito non può non considerarsi l’opportunità colta dal Coa di Vibo Valentia che ha partecipato al Bando in oggetto ben prima della diffusione del Covid, ritenendo già allora prioritario il diritto-dovere degli avvocati alla formazione effettiva attraverso la rimozione degli ostacoli che ne impediscano la piena realizzazione.

Ed a suggello della presentazione della Piattaforma, nella II fase dell’evento che ha interessato l’intera giornata, si sono sviluppate le tematiche previdenziali e contributive, intervenendo per primo l’avvocato Vito Caldiero che ha dipanato le problematiche inerenti  gli “inadempimenti dichiarativi e contributivi”, mentre l’avvocato Filippo Mancini, ha intrattenuto l’attenta platea e i numerosi partecipanti da remoto, sulle misure assistenziali di Cassa Forense per i giovani avvocati, concludendo l’avvocato Zaffina  con l’illustrazione  degli “Esoneri contributivi per l’anno 2021, e sull’integrazione volontaria  ex art. 26 del R.U. della Previdenza Forense”, apporti moderati dalla Consigliere avvocato Maria Daniela Renda che ha ringraziato del fattivo contributo i delegati Cassa per la disponibilità dimostrata, chiarendo molti aspetti della  materia, spesso ostica e di difficile interpretazione.  

Piena soddisfazione da parte del Consiglio dell’Ordine degli avvocati che, a mezzo del suo presidente ha inteso “ringraziare tutti gli iscritti per il sostegno dimostrato quotidianamente, indispensabile al raggiungimento di questo importante traguardo che contribuisce a rendere quello di Vibo Valentia un Foro virtuoso”, come peraltro affermato dagli illustri ospiti intervenuti all’evento.

Articoli correlati

top