martedì,Agosto 9 2022

Consorzio Costa degli dei, arriva anche il plauso dei sindaci del Vibonese

Il primo cittadino di Zambrone e quello di Pizzo esprimono soddisfazione per la recente approvazione degli emendamenti

Consorzio Costa degli dei, arriva anche il plauso dei sindaci del Vibonese
Un suggestivo tratto della Costa degli dei
Corrado L’Andolina

Il sindaco di Zambrone Corrado L’Andolina e il sindaco di Pizzo Sergio Pititto esprimono viva soddisfazione per la recente approvazione degli emendamenti della legge relativa alla costituzione del “Consorzio Costa degli dei”. Entrambi lo considerano infatti una grande opportunità di crescita e sviluppo. Corrado L’Andolina afferma che «le modifiche apportate consentiranno al nascituro consorzio e quindi ai Comuni interessati, di approvare un proprio regolamento (senza che lo stesso sia invece approvato dall’assise regionale) e di dotarlo, così, di uno strumento flessibile ed idoneo alla sua operatività». Non sono mancati i ringraziamenti «a quanti hanno offerto un contributo d’idee e si sono materialmente spesi per questo significativo passo in avanti verso la costituzione del nuovo ente e, in particolare, al senatore Giuseppe Mangialavori, al consigliere regionale in carica Michele Comito, agli ex consiglieri Giovanni Arruzzolo, Filippo Pietropaolo e Vito Pitaro, esprimo riconoscimento per la tenacia, il pragmatismo e il contributo d’idee offerto». Un appunto del sindaco poi sul lavoro svolto dal senatore di Forza Italia Giuseppe Mangialavori, che «nella sua elaborazione si è impegnato con passione e generosità. In modo particolare nella promozione di un confronto serrato e capillare con tutti gli attori del settore: amministrazioni comunali, forze politiche, associazioni di categoria, tecnici ed operatori turistici».

Secondo il primo cittadino, «l’istituzione di tale consorzio consentirà vantaggi evidenti, specie in tempi di bandi e di risorse messe a disposizione dal Pnrr. E infatti lo strumento consortile consente di guardare al presente delineando un’unitarietà d’azione verso quelle problematiche che spesso sono identiche per tutti i Comuni costieri. Ed è uno strumento che guarda al futuro perché consentirà di elaborare strategie d’intervento su concreti obiettivi e istanze provenienti dai territori marini. Un passo in avanti verso una politica moderna e al passo coi tempi che su molteplici tematiche, fra cui ambiente, infrastrutture, cultura ha sempre di più bisogno di sinergia fra enti e di rigorosa programmazione». [Continua in basso]

Sergio Pititto

Sulla questione, il neosindaco di Pizzo Sergio Pititto precisa che «l’ambiziosa idea di riunire in Consorzio tutti i Comuni della Costa degli dei prende finalmente vita e rappresenta una grande opportunità anche per Pizzo, oltre ad essere uno strumento di pianificazione a lungo termine e può essere inteso come il “filo conduttore” dello sviluppo del nostro territorio e di tutti i territori interessati come Vibo Valentia, Briatico, Zambrone, Parghelia, Tropea, Ricadi, Joppolo e Nicotera. Sarà in grado di cambiare in meglio il volto della nostra città, apportando grandi benefici a tutti i cittadini. Infatti, gli obiettivi e le funzioni del Consorzio, al quale la Regione erogherà annualmente un contributo di 150mila euro – ha aggiunto Pititto -ci permetteranno di seguire un iter più snello e veloce per l’attuazione dei nostri programmi: il tema dell’ambiente, così come quello della mobilità e della cultura saranno centrali per una città che vuole crescere e crescere bene, e questi finanziamenti pubblici ci dicono che la strada da intraprendere è quella giusta». Un appunto anche sulla neo amministrazione comunale che «si è impegnata sin da subito a porre la manutenzione ordinaria e straordinaria della città al centro dell’azione amministrativa e ora con l’attuazione della legge regionale numero 21 del 19 novembre 2020 potremo iniziare un percorso virtuoso per l’attuazione del nostro progetto per Pizzo – ha concluso il sindaco. Un pensiero grato al senatore Giuseppe Mangialavori e consigliere regionale Michele Comito per aver contribuito alla nascita del Consorzio».

Sul punto è intervenuto anche il sindaco di Tropea, Giovanni Macrì: «Quando un’idea è vincente, le difficoltà contingenti nulla possono rispetto alla sua forza propulsiva. Il progetto di un sodalizio capace di unire i Comuni della bellissima Costa degli Dei, tratteggiato con audacia dal senatore Giuseppe Mangialavori fin dal 2018, a tanti sembrava un’utopia ma il sogno, nonostante la complessità degli eventi che lo hanno frenato, prima tra tutti la prematura scomparsa della presidente Jole Santelli è diventato realtà dando il via ad un percorso che non potrà non essere foriero di benessere condiviso. Il Consorzio Costa degli Dei sfata il pregiudizio dell’individualismo calabro quale tratto distintivo della nostra terra, causa di arretratezza culturale oltre che economica e già questo non é poco. Un plauso sentito, quindi, al senatore Mangialavori che ha scommesso, vincendo, sulla capacità dei Comuni costieri del Vibonese di fare squadra per costruire un progetto unitario di crescita turistica e umana. Pizzo, Vibo, Briatico, Zambrone, Parghelia, Tropea, Ricadi, Joppolo e Nicotera congiuntamente punteranno alla valorizzazione di quel meraviglioso tratto di terra calabrese che il compianto On.le Domenico Romano Carratelli definì Costa degli Dei, a sottolinearne la divina magnificenza, e l’evoluzione della fascia costiera coinvolgerà automaticamente l’entroterra fino a consegnare al viaggiatore una vasta mappa ricca di tesori da scoprire, esplorare ed amare. Un grazie sentito va anche a tutte le altre personalità politiche che hanno contribuito, col proprio impegno e con tanta passione, a realizzare questa fantastica conquista, dai consiglieri regionali, della passata legislatura, Vito Pitaro e Filippo Pietropaolo, che hanno dato forma e condotto a compimento il percorso che ha istituito il consorzio, agli attuali Consiglieri Michele Comito e Giovanni Arruzzolo che hanno sostenuto gli emendamenti mirati a consentirgli di procedere nel segno dell’operatività e della massima efficienza. Grazie, ovviamente, al presidente Roberto Occhiuto che, con la sua guida oculata e attenta, valorizzerà al massimo quest’organismo d’avanguardia che racchiude in sé un potenziale propulsivo enorme. Ora l’importante partita passa nelle mani dei Comuni associati: siamo noi a dover cogliere fino in fondo e a dover condividere lo spirito che ha guidato la nascita di quest’importante realtà: un sodalizio che mira a promuovere lo spirito di collaborazione e la concertazione di strategie e atteggiamenti per raggiungere ambiziose mete di progresso comune e di benessere diffuso. Con convinzione e fiducia auguro che lo slogan del consorzio sia semplicemente e ambiziosamente “Insieme” perché dall’unione di energie e di intenti, di passione ed entusiasmo, di impegno e amore per il nostro luogo certamente nasceranno risultati eccellenti, in primis la creazione di una vera destinazione turistica Costa degli Dei».

top