mercoledì,Settembre 28 2022

Serra e caro energia, il sindaco Barillari riduce la pubblica illuminazione

L’amministrazione comunale dà mandato agli uffici competenti per «spegnere tutto ciò che può essere considerato superfluo»

Serra e caro energia, il sindaco Barillari riduce la pubblica illuminazione
Il Comune e il sindaco Alfredo Barillari

«Ci aspetta un inverno difficile, nel quale le ripercussioni della guerra in Ucraina saranno ancora più dure per quanto concerne i costi dei consumi energetici. Così come imprenditori e famiglie stanno vivendo in modo drammatico l’aumento delle spese, in particolare, su luce e gas, anche le amministrazioni comunali vedono i costi lievitare (in alcuni casi quasi del 300%). Gli aiuti destinati dal governo non bastano, serve molto di più. Dopo la lunga emergenza Covid, infatti, stiamo vivendo una crisi che, dal punto di vista energetico, potrebbe assumere gli aspetti di un’economia di guerra».

Pensieri e parole del sindaco di Serra San Bruno Alfredo Barillari, il quale fa sapere che «come amministrazione comunale di Serra, abbiamo dato mandato agli uffici competenti di spegnere tutto ciò che può essere considerato superfluo, riducendo la pubblica illuminazione dove possibile e prestando la massima attenzione al risparmio energetico di tutti gli edifici e gli impianti comunali. È una scelta che, purtroppo, stando così le cose, credo che anche altre amministrazioni dovranno assumere al fine di salvaguardare i già precari bilanci comunali.  Si tratta, infatti, – conclude il primo cittadino – di un tema di fondamentale importanza che necessita di essere affrontato con determinazione e prontezza».

Articoli correlati

top