Comunali, i Sovranisti alzano la voce: «Ora Luciano scelga con chi stare»

Dopo la ricomposizione forzata del Pd e il veto sulla destra arrivano le parole del segretario provinciale dell’Mns, Salvatore Bulzomì: «Ci determineremo a breve, ma il candidato a sindaco deve prendere posizione»

Dopo la ricomposizione forzata del Pd e il veto sulla destra arrivano le parole del segretario provinciale dell’Mns, Salvatore Bulzomì: «Ci determineremo a breve, ma il candidato a sindaco deve prendere posizione»

Informazione pubblicitaria
Salvatore Bulzomì
Informazione pubblicitaria

Questo matrimonio, manzonianamente, non s’ha da fare. E forse non si farà. L’equilibrio precario che regge la coalizione di Stefano Luciano si sta sfaldando nelle ultime ore. Dalle sue parole di qualche giorno fa sull’apertura esclusivamente a forze «moderate e progressiste», a quelle successive dei dirigenti del Pd che sostanzialmente collimavano nell’escludere forze “conservatrici” (reazionarie sarebbe davvero troppo), un dato emerge: in questa coalizione sembra non esserci più posto per il Movimento nazionale per la sovranità, ora che il Pd pare aver ritrovato una (forzata) unità, proprio sul presupposto che la destra deve stare fuori dalla porta. Non ci sarebbe posto, per l’Mns di Gianni Alemanno, neanche in via “ufficiosa”, ovvero con una lista civica ma i cui candidati sarebbero sempre espressione di quell’area, e su questo Stefano Graziano è stato chiaro. Perché se in politica, a volte, due più due può fare cinque, è un tantino troppo pensare che possa fare anche cinquanta. E così, fuor di metafora, è giunto il momento che qualcuna delle parti in causa prenda posizione

Informazione pubblicitaria

Per capire cosa intendano fare i Sovranisti abbiamo contattato il segretario provinciale Salvatore Bulzomì, che è stato lapidario: «Alla luce delle dichiarazioni dei dirigenti del Partito democratico e del commissario regionale, che hanno confermato l’appoggio a Stefano Luciano rimarcando che non vi saranno in coalizione candidati della nostra area, ritengo sia giunto il momento che il candidato a sindaco prenda posizione in maniera chiara e scelga con chi vuole proseguire questo cammino. In ogni caso – chiosa Bulzomì – qualunque determinazione, da parte nostra, verrà presa in maniera collegiale, col partito che si riunirà entro questa settimana per assumere le determinazioni del caso». Ormai la via sembra tracciata…

LEGGI ANCHEComunali a Vibo, la sinistra si sgretola e si “piega” al Pd

Comunali a Vibo, Insardà e Graziano: «Luciano scelga: o noi o i sovranisti» – Video

Sostegno a Luciano, Mirabello invita i ribelli Pd a deporre le “armi”

Comunali a Vibo, Insardà replica a Bevilacqua: «Non è un interlocutore del Pd»

Bevilacqua: «Noi ci siamo dall’inizio, il Pd non faccia finta di non saperlo»