Comune di Ricadi: nuovo ingresso in Consiglio con… un voto

Al dimissionario Luciano Schiariti subentra Rosella Fiamingo di Rombiolo eletta con la c.d. “lista civetta” denominata “Ricadi Futura”

Al dimissionario Luciano Schiariti subentra Rosella Fiamingo di Rombiolo eletta con la c.d. “lista civetta” denominata “Ricadi Futura”

Informazione pubblicitaria
Informazione pubblicitaria

Nuovo ingresso nel consiglio comunale di Ricadi. E se non è un record, poco ci manca. Il consigliere di minoranza Luciano Schiariti – eletto nel giugno dello scorso anno con soli quattro voti racimolati alle elezioni del 2016 e subentrato al dimissionario Francesco Laureana – ha infatti rassegnato le dimissioni ed il suo posto verrà occupato in Consiglio da Rossella Fiamingo che con la lista “Ricadi Futura” ha ottenuto nelle amministrative un solo voto. Uno solo, contrariamente a quanto in maniera errata viene riportato nella delibera del Consiglio comunale pubblicata sull’albo pretorio del Comune di Ricadi secondo la quale i voti riportati da Rosella Fiamingo sarebbero 141, cioè più dell’intera lista (già definita “civetta” nel 2016) “Ricadi Futura” che ha ottenuto complessivamente 63 voti di preferenza mentre in totale 140 ne ha ottenuto il candidato a sindaco Michele Artesi, in precedenza fra i delegati della lista dell’ex sindaco Pino Giuliano (la cui amministrazione è stata sciolta nel 2014 per infiltrazioni mafiose). 

Informazione pubblicitaria

Da non dimenticare, inoltre, che la neo eletta Rosella Fiamingo nel 2016 (oggi non sappiamo) neanche risiedeva a Ricadi, bensì a Rombiolo, e quindi non ha potuto neanche votare per sé stessa esercitandosi il diritto di voto nel comune di residenza. Sulla carta, quindi, all’interno del consiglio comunale di Ricadi, Rosella Fiamingo (pur eletta con un solo voto) potrà andare a rinforzare l’opposizione consiliare sgomberando il campo da evidenti “anomalie” e legami che hanno caratterizzato – e reso unica nel Vibonese – la presentazione nel 2016 delle liste per la conquista del Comune di Ricadi. Da ricordare, infatti, che – numeri alla mano – senza la presentazione della lista “Ricadi Futura” (che ha ottenuto il 6,42%) non sarebbe stato raggiunto il quorum (50% + 1 degli aventi diritto al voto) per rendere valida la competizione elettorale e la vittoria della lista “Ricadi bene comune” con Giulia Russo sindaco (che ha ottenuto 2.039 preferenze ovvero il 93,57% dei voti). Da sottolineare, infine, che la lista vincente di Giulia Russo, pur prevedendo il consiglio comunale di Ricadi la presenza di 12 consiglieri, si era fermata a 10 candidati, mentre quella di Michele Artesi si era fermata a 9, con la presentazione in quest’ultimo caso persino di candidati residenti in comuni diversi da Ricadi (Spilinga e Rombiolo) che non si sono potuti neanche votare loro stessi. Le schede bianche e nulle, sommate insieme, erano state invece ben 317, cioè il 12,69% dei voti, ovvero il doppio del 6,42% della lista “Ricadi Futura”. Ora, quindi, il nuovo ingresso in Consiglio comunale, proprio fra le fila di “Ricadi Futura”, di Rosella Fiamingo “forte” di un voto di preferenza. Più che sufficiente a Ricadi per ricoprire cariche pubbliche elettive.

LEGGI ANCHE: Spiagge pulite, la “carovana gialla” di Legambiente a Ricadi e Pizzo – Video

Ambiente e futuro, a Ricadi il Festival dello sviluppo sostenibile – Video

Ricadi: scalo alaggio e riparo barche dei pescatori a Torre Ruffa

Emergenza buche e strade dissestate a Ricadi: settantamila euro per farvi fronte

Santa Maria di Ricadi: tutto pronto per i lavori nella piazzetta

Ricadi, vandali si accaniscono contro una pensilina della stazione

Ricadi: canone acqua non pagato dai contribuenti per 488mila euro

Villaggi turistici a Ricadi e interdittive antimafia: il Tar rigetta le sospensive