martedì,Giugno 28 2022

Pizzo, vasto piano per il recupero delle aree degradate: ecco dove si interverrà

La terna commissariale a Palazzo San Giorgio riapprova il progetto per la riqualificazione sociale e culturale delle zone urbane che presentano maggiore abbandono

Pizzo, vasto piano per il recupero delle aree degradate: ecco dove si interverrà
Una veduta panoramica della Marina

Riapprovato il progetto per la riqualificazione sociale e culturale delle aree urbane degradate del territorio comunale di Pizzo. Il disco verde è arrivato dalla terna commissariale a Palazzo San Giorgio (Antonio Reppucci, Giuseppe Di Martino e Antonio Corvo) tramite l’approvazione di apposita delibera. Il progetto prevede un importo complessivo di lavori pari a 1.999.200 euro ed è comprensivo anche del Piano economico-finanziario. [Continua in basso]

L’iniziativa in atto – si legge in una nota stampa del Comune napitino – costituisce un insieme «coordinato di interventi diretti alla riduzione di fenomeni di marginalizzazione del tessuto sociale, alla riqualificazione ambientale, mediante l’attivazione di servizi e di misure di ristrutturazione edilizia, di qualificazione e rigenerazione urbana, con particolare riferimento allo sviluppo dei servizi sociali ed educativi ed alla promozione delle attività culturali, didattiche sportive, senza ulteriore consumo di suolo». La relativa convenzione è stata sottoscritta con la Presidenza del Consiglio dei Ministri erogatrice del finanziamento.

Ecco tutti i lavori previsti

Gli interventi previsti dal progetto appena riapprovato dalla terna commissariale consistono, in particolare, nella riqualificazione dell’area del rione Marinella con una spesa prevista di circa 900.000 euro. Qui sono previsti lavori al Centro sociale (demolizione e ricostruzione della struttura), nonché per la realizzazione di una piazza, di un campetto e di un anfiteatro. Il progetto prevede, poi, il prolungamento del lungomare Marinella, lato sud, di circa 60 metri. Interventi pure al quartiere Seggiola grazie alla realizzazione di una nuova pavimentazione in pietra, che parte da via Salomone e arriva proprio fino alla Seggiola, alla riqualificazione delle Grotte, un tempo utilizzate dai pescatori, e alla riqualificazione dell’area giardino “Giardino delle rose degli agrumi”.  A contrada Parrera è, invece, prevista la realizzazione di una rampa per disabili che dal parcheggio arrivi fino alla discesa delle Grazie. In zona Discesa Castello è stato messo in cantiere il recupero del muro in mattoni e la realizzazione di servivi igienici pubblici. Infine, al quartiere Marina sono stati previsti lavori per la sistemazione della nuova illuminazione pubblica, per la pavimentazione di alcuni vicoli, che scendono alla Marina dal centro storico, e per rifare il rivestimento al muro di sostegno della rupe prospicente il parcheggio esistente davanti alla spiaggia.

Articoli correlati

top