martedì,Agosto 9 2022

Vibo Valentia, la Provincia prova a “sbarazzarsi” ancora di Palazzo Romei: immobile sempre in vendita

Lo storico edificio (ceduto nel 2005 dalla famiglia Romei proprio all’amministrazione provinciale) inserito nuovamente all’interno del Piano delle alienazioni e delle valorizzazioni immobiliari per il triennio 2022-2024

Vibo Valentia, la Provincia prova a “sbarazzarsi” ancora di Palazzo Romei: immobile sempre in vendita
Lo storico Palazzo Romei di Vibo Valentia
La facciata di Palazzo Romei

L’amministrazione provinciale di Vibo Valentia prova a “sbarazzarsi” ancora una volta dell’antico Palazzo Romei di via Francesco Cordopatri, pieno centro storico del capoluogo, e lo mette nuovamente in vendita. L’immobile, infatti, è stato ancora inserito dagli uffici competenti dell’ente all’interno del nuovo Piano delle alienazioni e delle valorizzazioni immobiliari per il triennio 2022-2024. Il testo, che è stato approvato (tramite la delibera numero 125) dal presidente dell’amministrazione di contrada Bitonto Salvatore Solano, adesso dovrà avere anche il parere favorevole del consiglio provinciale.  Prezzo dell’edificio in vendita – oggi in stato di abbandono e degrado e che comprende oltre alle numerose stanze anche due giardini con corte annessa – confermato sempre a 1.590.000,00 euro. Anche se – è scritto nella delibera licenziata dal presidente di Palazzo ex Enel – «le dimensioni ed i valori di stima indicati per i singoli immobili inseriti nel Piano sono da considerarsi puramente orientativi, in quanto le quantità effettive ed i valori di vendita definiti saranno rideterminati, mediante appositi rilievi sul territorio, corredate da opportune perizie, al momento dell’avvio delle relative procedure di alienazione».

Tutti gli immobili, poi, presenti nel suddetto Piano di vendita e alienazione, «possono essere ceduti, conferiti nei fondi comuni di investimento immobiliare, nonché concessi o locati a privati, a titolo oneroso, ai fini  – viene puntualizzato sempre nella delibera  – della riqualificazione e riconversione dei medesimi beni tramite interventi di recupero, restauro, ristrutturazione anche con l’introduzione di nuove destinazioni d’uso finalizzate allo svolgimento di attività economiche o attività di servizio per i cittadini». [Continua in basso]

Un passo indietro per saperne di più

Per conoscere meglio la storia recente di Palazzo Romei occorre fare un passo indietro. I fatti e le scelte che hanno interessato l’edificio di via Francesco Cordopatri li abbiamo scritti altre volte nel corso dei mesi passati. Li ricordiamo per comprendere fino in fondo perché oggi è a rischio anche la stessa stabilità dell’edificio. Ceduto dunque nel 2005 dalla famiglia Romei alla Provincia, da allora però nulla è stato fatto e l’immobile si trova oggi in uno stato di assoluto degrado. Solo all’inizio, l’ente – secondo quanto riporta il sito Identità Vibonesi – aveva pensato di collocare all’interno del Palazzo la sede dell’Archivio di Stato provinciale. Poi, però, non se ne fece nulla, l’idea naufragò e l’immobile finì nel dimenticatoio: nessun progetto di riqualificazione e messa in sicurezza, tanto meno una possibile ed eventuale riconversione dell’immobile al fine di farlo diventare fruibile. Dopo ben diciassette anni che la Provincia è entrata in possesso dell’antico edificio nulla è stato realizzato. E Palazzo Romei continua a versare – ribadiamo – in uno stato di incuria, di indifferenza, di conservazione pessima, avvolto da una fitta vegetazione spontanea e incontrollata che ricopre i muri esterni e gli interni che sono anche minacciati da crolli, lesioni, umidità, muffa.

Articoli correlati

top