mercoledì,Aprile 17 2024

Parte da Vibo Marina la prima tappa della campagna elettorale dell’area progressista

Tutto pronto per l’inaugurazione della segreteria politica. Il candidato a sindaco, Enzo Romeo: «L’organizzazione prende avvio da un quartiere strategico per lo sviluppo della città»

Parte da Vibo Marina la prima tappa della campagna elettorale dell’area progressista
Il candidato a sindaco Enzo Romeo

Primo passo organizzativo per la coalizione che sosterrà la candidatura di Enzo Romeo nella corsa per l’elezione a sindaco di Vibo Valentia. Domenica 10 marzo alle ore 11, con l’intervento dei leader delle varie forze che sostengono il candidato (Movimento 5 Stelle, PD, Liberamente Progressisti, Verdi-S.I., Progetto Vibo, CulturaSociale), verrà aperta la segreteria politica in via Michele Bianchi n.17. «Allestire luoghi d’incontro- dichiara Enzo Romeo- significa parlare con i cittadini, ascoltare, ricevere suggerimenti. L’organizzazione della lunga maratona elettorale, non a caso, prende avvio da Vibo Marina, quartiere strategico imprescindibile per lo sviluppo della città; questione alla quale la coalizione ha dedicato particolare attenzione, registrando ampia adesione sul tema».

«Mai come in questi ultimi mesi- sottolinea il candidato dell’area progressista in un suo post- si era animato un dibattito finalmente impegnativo e sostanziale su Vibo Marina. L’eccezionalità dei nuovi ed ingenti flussi finanziari privati che si vanno delineando (MetalsReborn, Baker Hughes, Cadi srl di Francesco Cascasi) ha messo in luce quanto le potenzialità del centro portuale siano concrete e non replicabili altrove. Tuttavia- osserva Romeo- il segnale di attenzione dato da Baker Hughes allo scalo portuale di Corigliano deve far riflettere e porre l’esigenza di lavorare alacremente per rendere idonea la viabilità comunale. Non bisogna, inoltre, commettere il grave errore, come accaduto in questi anni, di lasciare sola l’Autorità di Sistema Portuale. Emerge l’esigenza di incentivare, intorno ai pontili di via Emilia e al nuovo pontile che sorgerà grazie all’investimento dell’imprenditore Cascasi, l’insediamento di nuove iniziative nel campo del commercio e dei servizi. Quanti manufatti industriali dismessi potrebbero oggi essere riconvertiti in nuovi impieghi? Certamente molti». E ancora: «Occorre inoltre investire sulla valorizzazione delle splendide spiagge del litorale vibonese per riannodare l’antica attrattività balneare che possedevano, ponendosi l’obiettivo dell’incremento dell’occupazione come questione primaria. E poi la stazione ferroviaria, da rivalutare per tornare ad essere uno scalo importante». «Insomma- afferma in conclusione il candidato dell’area progressista- guardo con concreta convinzione a Vibo Marina: la considero parte sostanziale e imprescindibile di una nuova città. Basta con gli interventi spot, che hanno reso la nostra città una “città di carta”».

LEGGI ANCHE: Comunali a Vibo, Furci: «Non si confonda l’area Progressista con la vecchia formula del centrosinistra»

Elly Schlein a Vibo: «Con Romeo per un futuro diverso in una città disamministrata dalla destra» – Video

Il Corsivo | Comunali a Vibo: la candidatura di Romeo frutto di un percorso travagliato nel polo progressista

Articoli correlati

top