sabato,Maggio 18 2024

Abusivismo da parte del sindaco di Nicotera, D’Agostino: «La Lega ci aiuti per mozione sfiducia»

Il capogruppo in Consiglio comunale di Movi@Vento invita gli esponenti del partito di Salvini a non limitarsi a chiedere le dimissioni del primo cittadino sulla stampa per poi assentarsi dall’aula ma di contribuire a sfiduciare il primo cittadino

Abusivismo da parte del sindaco di Nicotera, D’Agostino: «La Lega ci aiuti per mozione sfiducia»
Il sindaco Pino Marasco e il capogruppo Antonio D'Agostino

“La recente vicenda che ha avuto ancora una volta al centro il sindaco di Nicotera, si va ad aggiungere al già fosco scenario precedente, che quindi non aveva certo bisogno di questa nuova ombra, di per sé infamante, coinvolgente com’è la figura del “controllore” che diventa l’attenzionato prima e il destinatario poi di un’ordinanza di demolizione per abuso edilizio. C’è da chiedersi cosa ancora di più grave dovrebbe succedere perché il “primo” cittadino tolga le tende da palazzo Convento, peraltro già posto sotto la lente d’ingrandimento della Commissione d’accesso prefettizia. Anche in questo caso però la forma occorre che sia più che mai sostanza. Ecco perché il nostro gruppo intende porre la questione nella sede più appropriata per un epilogo necessariamente urgente della vicenda: quella del Consiglio comunale dove ognuno dei componenti, a partire dal capo della maggioranza, renda pubblico conto ai cittadini di quanto avvenuto, assumendosene per intero la responsabilità e le conseguenze”. E’ quanto afferma il consigliere comunale di Nicotera Antonio D’Agostino, capogruppo di Movi@Vento, dopo l’ordinanza di demolizione che vede quale destinatario il sindaco Giuseppe Marasco. Per quanto riguarda il nostro gruppo Movi@Vento, riteniamo che lo strumento istituzionale più corretto sia quello della mozione di sfiducia che però, per regolamento, deve essere presentata da almeno un terzo dei consiglieri. Da qui il nostro invito al gruppo della Lega di condividere tale prassi e non quella della richiesta di dimissioni del sindaco attraverso la stampa, seguita dell’aventinismo. C’è un’occasione immediata per farlo nel consiglio comunale di dopodomani 8 marzo, convocato peraltro in forma aperta agli interventi dei cittadini. Noi, comunque, mozione o no, ci saremo”. Ricordiamo che al Comune di Nicotera è al lavoro dal mese di ottobre una Commissione di accesso agli atti che sta “scandagliando” atti, documenti e rapporti per accertare o meno la presenza di infiltrazioni mafiose nella vita dell’ente.

LEGGI ANCHE: Nicotera: indagine dei carabinieri porta ad ordinanza di demolizione nei confronti del sindaco

 Comune di Nicotera e antimafia: prorogata la Commissione di accesso agli atti

Comune di Nicotera e accesso agli atti: non durano neanche una settimana le dimissioni del sindaco

‘Ndrangheta: scioglimento del Comune di Nicotera, i profili shock dei politici

Il sindaco di Nicotera, la cantante Merante e il saluto ai carcerati

Saluto ai carcerati nel videoclip della Merante, il sindaco di Nicotera ammette la “brutta figura” – Video

Nicotera: le “stoccate” della Merante al sindaco, il “plagio” e il risveglio dei media nazionali

Infiltrazioni mafiose a Nicotera, incandidabili ex sindaco e vice

Rinascita-Scott, Emanuele Mancuso: «L’ex sindaco di Nicotera a disposizione della cosca»

top