sabato,Luglio 13 2024

Vibo, passaggio di consegne tra Limardo e il neo sindaco Romeo: «Ora ti potrai riposare». La nuova giunta entro il 18 luglio – VIDEO

In sala consiliare sono stati firmati i documenti che formalizzano l’insediamento del nuovo primo cittadino: «Nessuna tensione nella coalizione di centrosinistra, solo normale dialettica politica»

Vibo, passaggio di consegne tra Limardo e il neo sindaco Romeo: «Ora ti potrai riposare». La nuova giunta entro il 18 luglio – VIDEO

Quello tra il sindaco uscente Maria Limardo e il nuovo primo cittadino di Vibo Valentia, Enzo Romeo, è stato un passaggio di consegne cordiale, senza eccessi, senza parole sopra le righe di un adempimento formale, certo, ma anche carico di emozioni per chi lasciava il Municipio e per chi prendeva il suo posto. Romeo, in completo blu elettrico, Limardo con un’elegante giacca gialla (affiancati facevano un involontario effetto pro-Ucraina), hanno firmato oggi i documenti in sala consiliare, alla presenza di numerosi neo consiglieri e giornalisti, in un silenzio quasi imbarazzato rotto solo dall’appaluso finale seguito da poche parole di Romeo, che ha ringraziato il sindaco uscente «pur tutto quello che ha fatto». «Ora ti potrai riposare», ha detto rivolto a Limardo, che si è limitata a sorridere e scandire qualche «bene, bene», desiderosa probabilmente di chiudere la pratica e uscire di scena in fretta. Poi il nuovo sindaco si è concesso ai microfoni e ai taccuini dei giornalisti, sottolineando innanzitutto l’emozione del momento.

Leggi anche ⬇️

«In questi dieci giorni dalla mia proclamazione – ha detto – ho vissuto nelle stanze di questo municipio una vitalità e una grande voglia di lavorare con impegno da parte di tutti i dirigenti, funzionari e gli impiegati. C’è un clima di grande entusiasmo e ritengo che questa cosa sia estremamente positiva».

Sulla nuova giunta, Romeo ha assicurato che sarà varata «al massimo entro il 18 luglio». «Ma spero di poterla presentare alla stampa e alla cittadinanza anche prima – ha aggiunto – anche perché le mansioni e le funzioni sono tantissime. In questi giorni sono da solo ad assumermi tutte le responsabilità, per cui voglio al più presto condividerle con la squadra». Poi, ha negato tensioni nella coalizione: «Non c’è alcun problema, tutto rientra nella normale dialettica politica che, d’altra parte, rappresenta anche la ricchezza stessa della politica, perché il confronto è sempre ricchezza. Per cui non c’è nessuna difficoltà. Le determinazioni del sindaco non possono essere messe in discussione, ma io sono l’espressione di una coalizione che si appresta ad amministrare la città dopo 14 anni, quindi voglio che ci sia un clima di grande collaborazione e non venga scalfito da alcuna situazione particolare».

Articoli correlati

top