lunedì,Aprile 15 2024

Ospedale di Serra, Medicina interna: attivati tre nuovi posti posti letto

Il sindaco Alfredo Barillari: «Un piccolo, piccolissimo passo avanti rispetto alle esigenze del territorio, ma pur sempre un tassello»

Ospedale di Serra, Medicina interna: attivati tre nuovi posti posti letto
Medici, amministratori e rappresentanti istituzionali insieme a Serra (foto repertorio)

«Oggi sono stati attivati tre nuovi posti letto presso il reparto di medicina interna del “San Bruno”. Un piccolo, piccolissimo passo avanti rispetto alle esigenze del territorio, ma pur sempre un tassello». A darne notizia è il sindaco di Serra San Bruno Alfredo Barillari, il quale no manca di fare presente che se ne devono attivare altri: l’obiettivo è di arrivare a un totale di 26 posti letto tra medicina e lungodegenza. Posti che metterebbero il nostro ospedale sullo stesso livello di altri presidi ben più grandi. È stato, questo, uno dei punti discussi presso l’ospedale a inizio febbraio, e poco tempo fa, insieme agli altri sindaci delle Serre, nell’incontro promosso con il commissario dell’Asp Giuseppe Giuliano e con il consigliere regionale Michele Comito presso l’Asp di Vibo Valentia».

Detto questo, il sindaco ribadisce che «serve il personale, ma non solo per il reparto di medicina. È fondamentale, infatti, garantire i servizi di radiologia, attualmente in ginocchio su tutto il territorio provinciale e che vedono centinaia di referti fermi per la carenza di radiologi. Un tema che evidenzierò con forza, domani, alla presenza di tutti i 50 sindaci della provincia in una Conferenza dei sindaci estremamente necessaria, visto il momento critico della sanità, che risente oggi della mancata programmazione, almeno, dell’ultimo decennio. Sulla battaglia per il diritto alla salute, come ho ribadito più volte, non ci possono essere divisioni. Un segnale chiaro già emerso nel corso del consiglio comunale aperto dedicato all’ospedale e in cui si sono confrontati attori istituzionali, cittadini e medici del territorio. L’attenzione deve restare alta, l’impegno di tutti deve dare le giuste risposte ai cittadini. Ben venga l’atteggiamento battagliero: probabilmente, se fosse emerso con più vigore nelle istituzioni quando i servizi venivano soppressi, oggi – chiude Alfredo Barillari – la situazione potrebbe essere meno drammatica».

LEGGI ANCHE: Serra San Bruno, raccolta firme da parte dei movimenti a difesa dell’ospedale

Ospedale di Serra, il sindaco di Simbario: «Umiliati dall’assenza di servizi»

Si allarga la protesta dei sindaci, Servello: «Dove andrà a finire l’ospedale di Serra?»

Articoli correlati

top