lunedì,Giugno 27 2022

Aggressione al Pronto soccorso di Vibo, l’affondo del sindaco: «Episodio inqualificabile»

Il primo cittadino Maria Limardo esprime «vicinanza» e «solidarietà» alla dottoressa e richiama alla «responsabilità» la politica

Aggressione al Pronto soccorso di Vibo, l’affondo del sindaco: «Episodio inqualificabile»
Il sindaco di Vibo Valentia, Maria Limardo

Il sindaco di Vibo Valentia Maria Limardo esprime «vicinanza» e «solidarietà» alla dottoressa vittima della brutale aggressione alla quale è stata sottoposta durante l’esercizio della propria attività professionale presso il Pronto soccorso dell’ospedale “Jazzolino” di Vibo Valentia. «L’inqualificabile episodio, che non può essere inquadrato in maniera generica – aggiunge il primo cittadino -, ma va analizzato e contestualizzato in considerazione della delicata funzione svolta dal medico nel preciso momento dell’aggressione intento a svolgere un fondamentale servizio di pubblica utilità, mette ancora una volta a nudo la drammatica situazione in cui il personale medico e infermieristico si trova ad operare. E richiama a responsabilità la parte politica e ancora di più quanti, per tipicità di funzione, sono chiamati alla veloce attuazione di quanto necessario all’affermazione di un diritto alla salute che non può più attendere».

LEGGI ANCHE: Aggressione al Pronto soccorso di Vibo, il deputato Sapia: «Accelerare sulle assunzioni»

LEGGI ANCHE: Dottoressa aggredita al Pronto soccorso di Vibo, la condanna della politica e dei sindacati

Articoli correlati

top