mercoledì,Aprile 21 2021

In undici positivi al coronavirus in Rsa di Vibo non autorizzata

La precedente amministrazione provinciale aveva concesso la struttura solo quale centro per l’autismo

In undici positivi al coronavirus in Rsa di Vibo non autorizzata

Undici ospiti della Residenza sanitaria per anziani, gestita dall’associazione “Nuovi Orizzonti- Casa di Gioele” ed ubicata a Vibo a palazzo Di Leo, sono risultati positivi al Covid-19. La struttura era stata concessa in locazione dalla precedente amministrazione provinciale solo per realizzare un centro per l’autismo. Fra i contagiati, anche qualche dipendente della struttura. Per alcuni degli ospiti si è reso necessario il trasferimento in ospedale, altri si trovano in quarantena. Il presidente della Provincia, Salvatore Solano, ha confermato di aver avviato una serie di procedure nei confronti dell’associazione per inadempimento rispetto agli obblighi contrattuali. Gli anziani sarebbero stati infettati dal personale in servizio nella Rsa non autorizzata e che svolgano pure altri lavori. Quindi il contagio si sarebbe esteso attraverso contatti fra gli anziani stessi. La struttura si è rivelata così un vero e proprio focolaio.

LEGGI ANCHE: Covid, a Dasà cinque nuovi casi: il totale sale a 38

Covid: contagi stabili in Calabria, nel Vibonese 15 nuovi casi

Una docente e due alunni positivi al Covid, chiuse le scuole di Sorianello

Articoli correlati

top