Cisal, Vitaliano Papillo nuovo segretario provinciale

Il primo cittadino di Gerocarne e presidente del Gal nominato alla guida del sindacato per il Vibonese
Il primo cittadino di Gerocarne e presidente del Gal nominato alla guida del sindacato per il Vibonese
Informazione pubblicitaria

E’ Vitaliano Papillo il nuovo segretario provinciale della Cisal di Vibo Valentia. La nomina, all’unanimità, è avvenuta nel corso della segreteria provinciale, alla presenza del segretario generale Francesco Cavallaro, rientrato in Calabria per l’occasione. “Ci tenevo particolarmente ad essere presente oggi. Con Vitaliano Papillo – ha sottolineato Cavallaro – inseriamo nuova linfa ad una fitta rete di esperienza già collaudata. Un valore aggiunto per la Cisal che continua ad investire su questa provincia, la mia provincia, mettendo a disposizione ulteriori servizi e competenze a favore dei più deboli ed esposti alla crisi, divenuta asfissiante con l’emergenza coronavirus, soprattutto in alcune zone del Paese come questa, in cui vi erano già gravi emergenze“. [Continua in basso]

Sindaco di Gerocarne e presidente del ‘Gal Terre Vibonesi’, Vitaliano Papillo subentra a Filippo Curtosi che resta nei quadri della segreteria provinciale. “Ringrazio la Cisal ed in particolare il segretario generale Francesco Cavallaro per la fiducia riposta. Raccolgo un testimone importante – commenta Papillo – per me motivo di orgoglio e responsabilità. Oggi avviamo un nuovo percorso, forte del passato con l’obiettivo di accrescere il già sviluppato impegno sindacale su tutto il territorio di Vibo Valentia ed il suo hinterland, profondamente colpito dalla crisi economica scaturita dall’emergenza sanitaria, per via di una già precaria condizione sociale che ha fatto scappare via migliaia di famiglie. Penso all’occupazione, ai servizi, all’organizzazione della sanità, alla gestione degli enti locali. Mano ferma, ascolto, attenzione, unità e spirito di servizio, i principi che, supportati dalle tante sedi di patronato e Caf presenti in provincia, ci guideranno al fianco di tutti”.

LEGGI ANCHE: Parlano i ristoratori vibonesi in rivolta: «Pronti a violare la legge per non morire» – Video