lunedì,Maggio 16 2022

A San Costantino si rinnova la tradizione di Santa Lucia con Uici Vibo – Foto

Alla celebrazione in chiesa è seguita la tombolata con lo scambio di auguri. Presenti, oltre al parroco don Sicari e al sindaco De Rito, anche l'assessore regionale Minasi e la sottosegretaria Nesci

A San Costantino si rinnova la tradizione di Santa Lucia con Uici Vibo – Foto
Foto di gruppo in chiesa

Dopo un lunghissimo periodo di eventi online e momenti aggregativi ridotti al minimo anche in quanto a presenze, l’Uici (Unione italiana dei ciechi e degli ipovedenti) di Vibo Valentia – nel rispetto delle norme anti Covid – ha riaperto le porte a soci ed amici, celebrando la festività di Santa Lucia con il tradizionale scambio di auguri natalizi. La celebrazione si è tenuta a San Costantino Calabro la domenica successiva al 13 dicembre – il 19 – per favorire una partecipazione più ampia. È stata anche occasione di incontro per i tanti non vedenti e ipovedenti del territorio, con uno sguardo particolarmente rivolto a quanti con pluriminorazione, nonché ad operatori e fruitori dei laboratori della Cooperativa “Fenice”, costola dell’Unione per lo sviluppo di servizi a favore di persone con disabilità diverse dalla cecità. [Continua in basso]

La comunità di San Costantino Calabro ha accolto con gioia il gruppo. Il parroco don Francesco Sicari, rifacendosi alla liturgia del giorno, ha evidenziato come possano «dall’umiltà di “piccoli luoghi e persone” sbocciare fiori che profumano di santità e, quindi, fari per l’intera umanità». Il sindaco Nicola De Rito, nel sottolineare il grande impegno sociale dell’Uici accanto a chi ha speciali esigenze, ha confermato la vicinanza all’associazione, guidata localmente dal sancostantinese Rocco Deluca.

Uno scambio di doni ha concluso un’intensa celebrazione eucaristica, che ha trovato nelle parole dello stesso Deluca momenti di ulteriore riflessione rispetto «alla Luce che illumina dall’alto il cammino di quanti, pur non vedendo, si affidano alla Grazia del Signore». Presente anche l’assessore regionale alle Politiche sociali Tilde Minasi, che ha voluto esprimere la propria vicinanza a tutte le persone con disabilità, alle famiglie, agli amici, ai giovani volontari del servizio civile. La festa è proseguita in un ristorante del luogo, con una bella tombolata, tanti premi, canti, balli, risate e brindisi augurali. La ciliegina sulla torta è stata la visita finale della sottosegretaria per il Sud e la Coesione Territoriale Dalida Nesci, che ha salutato tutti e reso ancora più magica una giornata davvero da incorniciare.

Articoli correlati

top