mercoledì,Febbraio 28 2024

Vibo, Confindustria e Centro per l’Impiego insieme per reclutare risorse umane

I due enti, supportati da Anpal Servizi S.p.a., lavorano insieme per ricercare e individuare personale per il comparto turistico

Vibo, Confindustria e Centro per l’Impiego insieme per reclutare risorse umane
Gianfranco Comito, neo presidente Confindustria Turismo Vibo
Gianfranco Comito

Confindustria e Centro per l’Impiego di Vibo Valentia hanno stretto una collaborazione per la ricerca e l’individuazione delle risorse umane necessarie per il comparto turistico. «La ricerca del personale qualificato – raccontano i referenti di Confindustria – da inserire nell’organico aziendale rappresenta per ogni attività imprenditoriale la sfida cruciale da vincere per riuscire a erogare servizi e prodotti di qualità. Una politica attenta nella ricerca, selezione ed avviamento di personale qualificato può infatti determinare, in maniera significativa, il successo o l’insuccesso di un’impresa. Un paradigma che conoscono bene molti imprenditori e che diventa ancor più centrale nel settore del turismo e dell’ospitalità». [Continua in basso]

Ecco perché la sezione Turismo – guidata dal presidente Gianfranco Comito – ha individuato, tramite una rilevazione dei fabbisogni professionali rivolta alle imprese associate, oltre 20 profili d’interesse. L’elenco delle professionalità richieste è stato successivamente trasmesso al Centro per l’impiego affinché, attraverso i propri canali istituzionali, si occupasse dell’individuazione di idonee candidature.

«Un lavoro svolto impeccabilmente dagli operatori del Centro per l’Impiego – continua Confindustria – supportati dai referenti di Anpal servizi, che ha consentito di ricevere 265 candidature ai profili richiesti, che, opportunatamente valutate nei requisiti posseduti, sono state avviate alla successiva selezione ad opera delle imprese committenti, in un’ottica che porterebbe alla nascita di una vera a propria borsa del lavoro».

Il presidente Comito sul punto precisa: «Il reclutamento delle risorse umane, specie per alcuni profili professionali, rappresenta una significativa difficoltà e per certi versi un paradosso. Un contesto come quello della nostra costa, che impiega ogni anno tantissimi addetti, non riesce a disporre di un bacino stabile di profili qualificati tale da supportare adeguatamente il fabbisogno stagionale. Anche se disponiamo di un numero elevato di inoccupati o disoccupati – prosegue Comito – e di un sistema formativo e scolastico, in taluni casi assolutamente eccellente, capace di accompagnare e sostenere la creazione e l’aggiornamento di queste figure, non è ancora facile dare piena risposta alla domanda proveniente da questo settore».

In questo contesto si inerisce la collaborazione con “Anpal Servizi” e “Centro per l’Impiego”, che già negli scorsi anni aveva consentito la realizzazione di iniziative di recruitment day tenutesi anche in collaborazione con la Camera di Commercio del territorio. Gianluca Contartese, responsabile del Centro Impiego di Vibo Valentia, evidenzia che tale iniziativa rientra tra le attività previste dal servizio di incrocio domanda/offerta di lavoro offerto gratuitamente alle imprese del territorio. Il Cpl ormai da diversi anni investe tempo e risorse per proporre ai propri utenti occasioni di lavoro, spesso poco conosciute, e offerte dalle aziende del territorio. Confindustria precisa che «con la collaborazione degli operatori di Anpal Servizi, si sta lavorando sul fronte dell’offerta, perché ad una fase di ri-orientamento e re-indirizzo ai canali formativi tradizionali segua una fase di auto-attivazione per un efficace ricerca del lavoro e per costruire un proprio progetto professionale. Le occasioni di recruitment, offerti in questi ultimi anni, sono servite anche per calibrare la distanza di ciascun utente con le reali richieste del mercato attuale (“mismatching”)».

Infine Comito conclude: «Sosterremo questo percorso di collaborazione istituzionalizzando la ricerca e selezione del personale creando un appuntamento annuale dove operatori economici e risorse umane possano incontrarsi, favorendo la domanda e l’offerta di lavoro in un’area ad altissima vocazione turistica. A questa fase di individuazione delle risorse occorre però affiancare un sistema formativo capace di potenziare – chiosa il presidente – ed integrare il sistema formativo esistente al fine di attuare per tempo processi di reskilling e di upskilling, indispensabili ad un mercato che intende offrire la propria ospitalità ad una clientela internazionale».

Articoli correlati

top