lunedì,Febbraio 6 2023

Fondo infrastrutture sociali per i Comuni del Sud, a Limbadi 33mila euro: ecco cosa si farà

Con il contributo relativo all'anno 2022 verranno realizzati lavori che interesseranno alcune vie del centro e della frazione Caroni

Fondo infrastrutture sociali per i Comuni del Sud, a Limbadi 33mila euro: ecco cosa si farà
Il Municipio di Limbadi
La piazza principale di Limbadi

Il contributo di 33.242,50 euro di cui è beneficiario il Comune di Limbadi per l’anno 2022 nell’ambito del Fondo infrastrutture sociali per i Comuni del Sud, verrà utilizzato per la realizzazione di tratti di marciapiedi lungo il viale Europa a Limbadi centro e nella frazione Caroni lungo il viale dell’Unità, via Roma, via Madre Teresa di Calcutta e via Benedetto Croce. Lo ha deciso la giunta comunale, guidata dal sindaco Pantaleone Mercuti, che ha dato in tal senso indirizzo al responsabile dell’area tecnica manutentiva del Comune affinché predisponga tutti gli atti necessari per procedere all’esecuzione dei lavori. Con la stessa delibera si è anche nominato il Rup (Responsabile unico del procedimento) nella persona del dipendente geometra Salvatore Domenico Soldano.

Il Fondo infrastrutture sociali per i Comuni del Sud è stato istituito dal Consiglio dei ministri nel luglio del 2020. Si tratta di 75 milioni di euro per ciascuno degli anni dal 2020 al 2023, ai Comuni situati nel territorio delle regioni Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Molise, Puglia, Sardegna e Sicilia, da destinare a investimenti in infrastrutture sociali. Il Comune di Limbadi – beneficiario di un contributo statale di 33.242,50 euro per ogni annualità 2020, 2021, 2022 e 2023 – li destinerà all’esecuzione di interventi di manutenzione straordinaria delle opere di arredo urbano nel centro e nelle frazioni. Il termine per l’inizio dei lavori da effettuare con i fondi relativi al 2022 è fissato per il prossimo 31 dicembre.

LEGGI ANCHE: Limbadi, gli alunni della scuola media realizzano podcast per letture più inclusive

Limbadi, al via il concorso “Allestimundo Natale”: in giuria pure il vescovo Nostro

Articoli correlati

top