martedì,Giugno 18 2024

Vibo, comunità energetica rinnovabile: il Comune indice la manifestazione d’interesse

L'obiettivo del progetto è permettere ai cittadini di creare forme innovative di aggregazione e di governance nel campo dell'energia

Vibo, comunità energetica rinnovabile: il Comune indice la manifestazione d’interesse

Il Comune di Vibo ha indetto una manifestazione di interesse per l’adesione come consumatore o produttore di energia per la “Costituzione di una Comunità Energetica Rinnovabile sul territorio del comune di Vibo Valentia”. E’ stato nominato l’ingegnere Onofrio Maragò per il suo ruolo di funzionario tecnico categoria D dipendente del Comune di Vibo Valentia, a Responsabile Unico del procedimento per l’espletamento di tutti gli adempimenti per la costituzione di una o più Comunità Energetiche Rinnovabili sul territorio del comune di Vibo Valentia. Con delibera di giunta comunale dello scorso luglio, avente ad oggetto “Costituzione di una o più comunità energetiche rinnovabili sul territorio del Comune di Vibo Valentia” era stato dato mandato di avviare la fase conoscitiva demandando all’ufficio competente Settore 6 la predisposizione di apposito avviso pubblico al fine di valutare l’interesse degli utenti pubblici e privati del territorio comunale a costituire Comunità Energetiche Rinnovabili. Ritenuto che per l’espletamento degli adempimenti preliminari e successivi debba essere individuato un Rup, l’ingegnere Maragò è risultato avere adeguate competenze professionali e specifica formazione professionale in quanto in possesso di requisiti accademici ed esperienziali. [Continua in basso]

L’obiettivo delle “Comunità Energetiche Rinnovabili” è di permettere ai cittadini di creare forme innovative di aggregazione e di governance nel campo dell’energia così da essere parte attiva alle diverse fasi del processo produttivo. I cittadini potranno consumare, produrre e scambiare la propria energia collettivamente e quindi ottenere dei benefici economici, attraverso il meccanismo di incentivazione dell’energia prodotta e autoconsumata, secondo le disposizioni vigenti in materia. In tale contesto, il ruolo del Comune è centrale, come soggetto che facilita la comunicazione e il coinvolgimento dei cittadini. La Comunità Energetica Rinnovabile ha un ruolo importante nella sfida energetica e l’aspetto educativo ha una funzione strategica nel miglioramento dell’efficienza energetica come vettore di cambiamento culturale e comportamentale nell’uso individuale e collettivo dell’energia. La costituzione, sul proprio territorio, di una Comunità Energetica Rinnovabile, aggregando utenze private e pubbliche, favorisce altresì la costruzione di una infrastruttura tecnologica abilitante distribuita, che potrà essere efficacemente utilizzata anche per beneficiare degli incentivi previsti dalla normativa.

LEGGI ANCHE: Forum Cisl Magna Grecia: comunità energetiche, sindacati e imprese a confronto

Articoli correlati

top