mercoledì,Maggio 29 2024

Diocesi, cambio della guardia ai vertici dell’Istituto per il sostentamento del clero

Nelle scorse settimane il presidente uscente monsignor Di Bella ha rassegnato le dimissioni. Al suo posto il vescovo Nostro ha nominato l'avvocato Agapito

Diocesi, cambio della guardia ai vertici dell’Istituto per il sostentamento del clero
La Cattedrale di Mileto e monsignor Attilio Nostro
L’avvocato Agapito

Cambio della guardia al vertice dell’Istituto per il sostentamento del clero della diocesi di Mileto-Nicotera-Tropea. Lo scorso 27 febbraio il presidente uscente, monsignor Saverio Di Bella, aveva rassegnato le dimissioni dall’incarico. La reggenza, a norma di statuto, per l’ordinaria amministrazione era stata temporaneamente assunta dal vicepresidente don Sergio Meligrana. Da sabato scorso, per decisione del vescovo Attilio Nostro, a subentrare al posto di monsignor Di Bella alla presidenza dell’Idsc è stato chiamato l’avvocato lametino Pietro Agapito, con una provata esperienza nel mondo dell’Associazione guide e scout cattolici italiani (Agesci). «L’Istituto diocesano per il sostentamento del clero, realtà istituita in seguito alla revisione del concordato tra la Chiesa Cattolica e la Repubblica Italiana – si afferma da parte della diocesi – è l’ente che si occupa di amministrare quei beni della Chiesa finalizzati all’equo sostentamento dei sacerdoti che svolgono il loro lavoro pastorale a servizio del popolo di Dio. Le risorse dell’Idsc provengono dalla messa a reddito dei beni immobili posseduti un tempo dalle parrocchie e dalle offerte liberali dei fedeli, a questi si aggiunge l’integrazione erogata a livello nazionale mediante le somme dell’otto per mille destinate allo scopo. Si comprende dunque – si aggiunge – come la gestione di questa realtà abbia un profilo non esclusivamente economico ma eserciti una funzione essenziale per la vita ecclesiale garantendo ai sacerdoti quell’onesto sostentamento che permette loro di servire liberamente la comunità cristiana». Nell’occasione monsignor Nostro e l’intera comunità diocesana «ringraziano monsignor Di Bella per il lavoro svolto in questi anni a servizio dell’Istituto e l’avvocato Agapito per questa assunzione di responsabilità a favore della chiesa diocesana».

LEGGI ANCHE: Quaresima, il vescovo: «Periodo di grazia in tempi di guerra e tormenti»

Diocesi di Mileto, il vescovo rinnova i vertici della Curia: ecco i nomi

Articoli correlati

top