sabato,Maggio 18 2024

Diocesi di Mileto, al via la Settimana di preghiera per l’Unità dei cristiani

Le celebrazioni ecumeniche inizieranno a San Nicola da Crissa, promosse dall’Ufficio diocesano per l’ecumenismo e il dialogo interreligioso

Diocesi di Mileto, al via la Settimana di preghiera per l’Unità dei cristiani

Entra nel vivo la Settimana di preghiera per l’Unità dei cristiani, prezioso momento di riflessione su ciò che accomuna le rispettive confessioni. L’appuntamento prende il via in tutto il mondo nella giornata di oggi 18 gennaio. Il tema scelto per questa edizione è il versetto “Amerai il Signore tuo Dio e il tuo prossimo come te stesso“, tratto dal decimo capitolo del vangelo di Luca. Nella diocesi di Mileto-Nicotera-Tropea, guidata dal vescovo Attilio Nostro, gli appositi incontri e le celebrazioni comunitarie proseguiranno fino al prossimo 25 gennaio, promosse dall’Ufficio diocesano per l’ecumenismo e il dialogo interreligioso diretto da don Francesco Sicari. Le veglie, nello specifico, sono in programma oggi alle 17.30 nella parrocchia di San Nicola da Crissa, domani 21 a Vena Superiore, il 22 a Dasà, il 23 nella concattedrale di Nicotera, il 24 nella chiesa della Badia di Mileto e il 25 gennaio, festa della conversione dell’apostolo Paolo, nella concattedrale di Tropea.

La celebrazione conclusiva prevista nel complesso sacro che ospita le spoglie del beato Francesco Mottola, di cui è in corso l’anno giubilare a lui dedicato, così come spiega il responsabile dell’Ufficio di settore diocesano «avverrà in comunione con quella che Papa Francesco celebrerà a Roma nella basilica di “San Paolo fuori le mura”. Sappiamo come il pontefice abbia fortemente a cuore il tema dell’unità tra le chiese cristiane e il dialogo con le altre religioni. Il brano evangelico scelto come tema – afferma – stride volutamente con quanto accade oggi nel mondo, devastato da conflitti vecchi e nuovi. Il sussidio è stato preparato da un Gruppo ecumenico locale del Burkina Faso. Anche lo stesso Stato del Burkina Faso sta vivendo una grave crisi che mina la sicurezza e la coesione sociale. Crisi costellata da attacchi di gruppi estremistici, che hanno come obiettivo soprattutto le chiese e le comunità cristiane. Ma è proprio in questo contesto così drammatico che l’appello evangelico – “Ama il Signore Dio tuo… e ama il prossimo tuo come te stesso” – assume tutto il suo peso e il suo senso, impegnando le Chiese cristiane a camminare unite sulla via dell’amore reciproco e della pace. Gli autori del sussidio riprendono la domanda provocatoria fatta dal dottore della legge a Gesù: “Ma chi è il mio prossimo?”. “Prossimo” – conclude – è chiunque si trovi nel bisogno, a prescindere dalla sua identità religiosa, etnica o sociale. Ed è questo valore di servizio alla pace e alla riconciliazione che la Settimana di preghiera, prendendo spunto dal brano evangelico di Luca, può dare al “sogno” dell’unità dei cristiani». Alle celebrazioni ecumeniche in programma nelle varie zone della diocesi, oltre a don Sicari parteciperà padre Vincenzo Lorizio, guida della parrocchia ortodossa “San Sofronio di Essex“ di Vibo Valentia.

LEGGI ANCHE: Le reliquie del beato don Mottola nelle parrocchie di tutta la Diocesi, al via la “peregrinatio”

Mileto, inaugurata la cappella del Centro “Maranathà”

Articoli correlati

top